il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Vandalismi a Villanova, giovani cremonesi nei guai

Un 17enne e tre 16enni individuati grazie alle telecamere e segnalati al tribunale dei minori di Bologna

Vandalismi a Villanova, giovani cremonesi nei guai

I vandalismi al centro sportivo di Villanova

CREMONA - Quattro ragazzi residenti in città sono stati segnalati al tribunale dei minori di Bologna, per furti e danneggiamenti messi a segno all’interno del centro sportivo di Villanova sull’Arda, in provincia di Piacenza. Hanno agito ad inizio agosto, nelle ore notturne, e a tradirli ci hanno pensato le telecamere di videosorveglianza installate in vari punti del paese: osservando con attenzione le registrazioni che immortalavano un gruppetto intento a fare irruzione nell’area, i carabinieri della compagnia di Fiorenzuola d’Arda hanno annotato alcuni elementi, come il modello degli zaini e il colore dei vestiti. A fare il resto è stata una pura coincidenza, servita come prova del nove. Infatti la stessa notte in cui c’è stato il raid nell’area sportiva, i militari della caserma di Villanova al comando del maresciallo Francesco Cutuli avevano fermato un gruppo di ragazzini intenti a bere birra nei pressi dell’ufficio postale del paese. Un banale controllo che si è però rivelato cruciale. Infatti la marca della bevanda alcolica con la quale stavano bivaccando i minorenni era, guarda caso, la stessa delle lattine rubate nel magazzino del polo sportivo. A bere birra insieme ai quattro cremonesi c’erano anche tre minorenni del paese, che però sono risultati estranei al raid vandalico come dimostrato anche dalle registrazioni delle telecamere. Per i giovani della città del Torrazzo in trasferta nel Piacentino, un 17enne e tre 16enni, sono invece scattati i guai: in primis la segnalazione alla procura minorile con le accuse di furto e danneggiamento, in seconda battuta si suppone che si siano guadagnati pesanti ramanzine dei genitori. Infine il Comune, che aveva sporto denuncia contro ignoti, pare intenzionato a chiedere alle famiglie dei giovani di pagare i danni. Erano state rotte porte e finestre, rovinate le attrezzature, staccati dai muri alcuni battiscopa. Per il momento non ci sono elementi, ma solo sospetti, riguardo altri atti vandalici messi a segno durante l’estate a Villanova: sul tetto dell’ufficio postale sono state spostate tegole ed è stato rotto il condizionatore, inoltre più volte i residenti hanno composto il 112 per segnalare la presenza di ragazzi. Che arrampicandosi in quel punto, mettono a rischio anche la loro incolumità.

20 Agosto 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000