il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Giardini pubblici, dopo i bivacchi maxi rissa tra stranieri

Resa dei conti con i cocci di bottiglia, l'intervento di carabinieri e polizia evita il peggio

Giardini pubblici, dopo i bivacchi maxi rissa tra stranieri

I carabinieri durante i controlli in piazza Roma a Cremona

CREMONA - Prima i bivacchi, con gli avanzi di cibo, le bottiglie e le lattine abbandonati ovunque, e gli angoli della piazza trasformati in vespasiani. Poi, come sempre capita quando l’alcol scorre per ore e ore, anche la violenza: una rissa che poteva concludersi in maniera drammatica, con tanto di cocci di vetro branditi per fare male, se non ci fosse stato il rapido intervento delle forze dell’ordine. Una serata di ordinaria follia quella andata in scena, poco prima delle 22 di martedì 11 agosto, alle montagnole di piazza Roma.

L’eplosione di violenza è avvenuta al termine di un crescendo: un utilizzo sempre più sopra le righe da parte di un gruppo via via più nutrito di stranieri, quasi tutti nordafricani. Alla vista dei lampeggianti, gli artefici della rissa se la sono filata a gambe levate. I carabinieri e i poliziotti, intervenuti sul posto, hanno fermato e identificato una dozzina di nordafricani.

Nella mattinata di mercoledì 12 agosto i tecnici del Comune sono intervenuti per una pulizia generale della zona. Per dare ancora più forza al precedente intervento, nella tarda mattinata i carabinieri sono tornati alle montagnole ed hanno identificato un’altra mezza dozzina di stranieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

12 Agosto 2015

Commenti all'articolo

  • Crotti

    2015/08/14 - 08:08

    Non ci sono parole per commentare quello che sta succedendo, per noi ci sono voluti migliaia di anni per costruire qualcosa di decente, che possa assomigliare ad una evoluzione, per loro basteranno pochi anni per distruggere tutto questo, i nostri governanti sono delle nullità, dei quaquaraqua che noi dobbiamo pagare per farci autodistruggere. Consiglio a tutti coloro che possono di andarsene. Mi spiace moltissimo per le nostre forze dell'ordine che rischiano la pelle per nulla (complice il nostro sistema giudiziario), quasi tutti i cremonesi con i quali parlo mi dicono che dovrebbero avere la possibilità di prelevarli e di paracadutarli con uno zaino pieno di pietre nella località dalla quale sono venuti

    Rispondi

  • NICOLA

    2015/08/13 - 20:08

    Pulizia e disinfezione col Napalm,no?? È efficacissimo contro la scabbia, l'ebola, la peste...e contro i colibatteri fecali cattocomunisti nemici dell'igiene, ipocriti e complici di questo letame!!!

    Rispondi

  • Nicola

    2015/08/13 - 19:07

    Non capisco perché i ns ragazzi delle forze dell'ordine debbano intervenire! Bastava lasciarli fare e oggi magari avevamo una decina di stronzi in meno. Una vergogna che Cremona sia in pasto a questi delinquenti.

    Rispondi

  • arcelli

    2015/08/13 - 18:06

    eppure i cremonesi o son tutti beoti o non capisco,han voluto e stravotato questo sindaco e la sua giunta pro-africani.Adesso di cosa vi lamentate?teneteveli insieme allo schifo che oramai è Cremona.Meglio prendere un aereo low cost e andare all'estero nel we,almeno non si rischia di venire accoltellati o derubati

    Rispondi

  • arcelli

    2015/08/13 - 18:06

    eh ma loro sono una risorsa per la città e il decoro.Lo dicono i signori del PD cremonese,fieri e orgogliosi dello schifo in cui è precipitata CRemona.Io non ci vengo nemmeno più in centro,meglio rimanere in provincia dove tutto è relativamente più tranquillo.La Casa dell'accoglienza SPA avrà un bilancio da record quest'anno,saranno contenti:il lavoro in città aumenta................

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000