il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Atti vandalici del 24\1, Comune raccoglie domande di risarcimento

Possono essere presentate entro il 18 settembre, ecco come fare

Atti vandalici del 24\1, Comune raccoglie domande di risarcimento

I danni alla sede della polizia municipale di Cremona

CREMONA - Atti vandalici compiuti in occasione della manifestazione del 24 gennaio scorso. Il Comune di Cremona raccoglie le istanze per la richiesta del contributo regionale a titolo solidaristico a favore dei soggetti danneggiati. Possono beneficiarne le persone fisiche e giuridiche di diritto privato, proprietarie di beni mobili e/o immobili, che abbiano subito un danno per atti vandalici conseguenti alla manifestazione, all’interno dell’area individuata dal Comune.

I soggetti danneggiati possono presentare al Comune, Sportello Unico di Polizia Locale, piazza della Libertà, 20, o tramite PEC, una sola istanza, costituita da una dichiarazione sostitutiva di certificazione e atto di notorietà, con la quale, sotto la propria responsabilità, dichiara, tra l’altro, le spese sostenute o necessarie per il ripristino dei luoghi e/o reintegro dei beni e le eventuali istanze già presentate riguardo al medesimo evento. Dovrà inoltre presentare la documentazione probante il valore dei danni subiti, quale, ad esempio, documentazione fiscale relativa alle spese sostenute e/o preventivi di spesa. Le dichiarazioni sostitutive di certificazione e atto di notorietà, sottoscritte dal proprietario del bene o da soggetto delegato, sono raccolte dal Comune, entro le ore 12.30 di venerdì 18 settembre 2015 per poterle trasmettere in Regione entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento regionale.

Per l'erogazione del contributo regionale sono considerate le seguenti tipologie di danno: distruzione, danneggiamento, imbrattamento del bene mobile e/o immobile, che per diretto nesso di casualità sia stato oggetto di atto vandalico. Per atto vandalico rilevante in manifestazioni in luogo pubblico, si intende l’atto con il quale si distrugge o si deteriora o si rende, in tutto o in parte, inservibile la cosa mobile o immobile nonché l’atto che determini il deturpamento o l’imbrattamento del bene mobile o immobile.

L’importo del contributo regionale è pari all’80% del valore del danno subito, al netto della parte assistita da forme assicurative o da altre misure di ristoro per incidenti o sinistri. Il contributo riconosciuto a titolo di intervento solidaristico a ciascun soggetto danneggiato, non sarà comunque superiore a 50.000 euro.

Sul sito del Comune di Cremona (https://www.comune.cremona.it/node/454824 ) è possibile visionare e scaricare tutti gli atti relativi le modalità e le condizioni per ottenere il contributo regionale, sono inoltre disponibili i modelli delle dichiarazioni da presentare agli uffici comunali preposti.

Regione Lombardia provvederà all’erogazione del contributo nei 75 giorni successivi secondo le modalità previste nella delibera della Giunta regionale numero 3970 del 31 luglio 2015.

I numeri di telefono del comando di Polizia locale di Cremona, ai quali i cittadini potranno rivolgersi per ottenere informazioni sono: 0372 / 407465 – 407471 email: pm.segreteria@comune.cremona.it

10 Agosto 2015

Commenti all'articolo

  • xxx

    2015/08/10 - 18:06

    Invece che dalla Regione Lombardia,i danni dovrebbero essere risarciti dalle brave persone dei centri sociali dordoni,kavarna e dai politici che li sostengono.....

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000