il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. VIABILITA' IN VIA BRESCIA

Sottopasso aperto a settembre
Ma cambia il senso di marcia

Auto da Borgo Loreto al centro come chiesto dai residenti

Sottopasso aperto a settembreMa cambia il senso di marcia

Il sottopasso di via Brescia è aperto solo alle bici

CREMONA - Per ora passano solo bici e pedoni, ma a settembre anche le auto potranno transitare nel sottopasso di via Brescia, nonostante le ricorrenti polemiche sull’altezza della struttura. Ma quale sarà il senso ‘unico’ di marcia? Da Porta Venezia verso Borgo Loreto e la periferia, come sempre sostenuto dalla giunta, oppure dalla periferia verso Porta Venezia? Su questa ipotesi stanno lavorando amministratori e tecnici, ma ovviamente l’arcano sarà svelato a settembre, quando sarà concluso il monitoraggio sui flussi di traffico ed anche il cantiere di Padania Acque di via Soldi sarà terminato. Ovviamente rimarrà il doppio senso di marcia nel sottopasso di via Persico e verrà realizzata una pista ciclabile che porterà nella zona dello stadio. Da parte dei commercianti della zona vi è notevole attesa per le scelte della giunta: per loro sono stati mesi di sofferenza, con clienti sempre più lontani. La ‘battaglia’ sul futuro senso di marcia di via Brescia è iniziata con l’apertura del sottopasso di via Persico: primo ad alzare la voce il comitato di quartiere 5, Borgo Loreto-San Bernardo, i cui referenti hanno denunciato l’isolamento della zona nel caso in cui il senso fosse dal centro alla periferia, con auto costrette a fare un lungo giro, utilizzando appunto via Persico. Preoccupazioni che sono state poi riprese dai residenti in diverse e vivaci assemblee pubbliche, presenti diversi assessori, tecnici, il comandante della polizia locale ed esperti del traffico. Tutti hanno preso buona nota e hanno promesso che la soluzione sarebbe stata il più possibile condivisa. Gli uffici stanno studiando, d’intesa ovviamente con la polizia locale, che ben conosce la situazione.
Ed ecco appunto l’ipotesi dell’ultima ora, destinata a far discutere. L’importante è che, una volta deciso, non ci siano ripensamenti e non si faccia marcia indietro. Intanto una buona notizia è venuta a consolare gli operatori della zona: su proposta dell’assessore alle Risorse Maurizio Manzi, la giunta comunale ha concesso l’esenzione dal pagamento dei tributi comunali (Imu, Tari, Icp e Cosap) per l’anno 2015, alle attività artigianali e commerciali interessate dal cantiere per la realizzazione del sottopasso ferroviario in via Brescia, che hanno presentato la relativa istanza e che dimostreranno l’avvenuta diminuzione di reddito relativa all’anno 2015, mediante presentazione di idonea documentazione, entro il 30 settembre 2016.
Lo stesso era avvenuto per i cantieri di corso Garibaldi, corso Matteotti, piazza Marconi, la cui lunga durata aveva fortemente penalizzato i commercianti, alcuni dei quali avevano addirittura cessato l’attività.

09 Agosto 2015

Commenti all'articolo

  • sergio

    2015/09/28 - 10:10

    coraggio, qualcuno ricordi alla manfredini che settembre è finito. Un po' di professionalità sarebbe gradita da parte dei cittadini.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000