il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA_BONEMERSE

La lunga storia d'amore di Laila e Benito Penna

L'ex campione di boxe e la moglie hanno festeggiato il 50° anniversario di matrimonio con tanti parenti e amici

La lunga storia d'amore di Laila e Benito Penna

Benito Penna e la moglie Laila

CREMONA — Dallo scorso marzo ha tagliato il traguardo delle 75 primavere; portate davvero bene, in considerazione anche del fatto che nella sua lunga e brillante carriera da pugile ha totalizzato 131 incontri tra dilettanti e pro, con 83 successi, di cui 28 per ko tecnico. Più volte sul podio in Italia, a un passo dal titolo europeo dei massimi, partecipazione alle Olimpiadi di Roma solo sfiorata, Benito Penna è uno dei personaggi cremonesi che hanno fatto la storia del nostro sport. Ma accanto ai trofei conquistati sul ring, ora ne ha uno ancora più importante nella sua bacheca: il traguardo dei 50 anni di matrimonio con la moglie Laila. L’evento è stato celebrato venerdì 31 luglio (nel giorno esatto del matrimonio avvenuto nel 1965), in una sala del ristorante Tramonti di via Milano, con un nutrito e caloroso numero tra parenti (in testa il figlio Patrick e il fratello di Benito, Sergio) e amici a festeggiare la coppia. Una serata vissuta in allegria e caratterizzata dall’ottimo cibo, ma anche con molti e inevitabili momenti emozionanti, a partire dalla poesia di Pablo Neruda dedicata a Benito e Laila dal commosso sindaco di Bonemerse Oreste Bini. A proseguire sono stati gli amici fraterni di sempre, con Oreste Perri (campionissimo della canoa azzurra, ex sindaco di Cremona e attuale presidente del Coni Lombardo) che ha ricordato aneddoti divertenti dei momenti trascorsi con Benito ma anche la grande umanità e generosità, mentre Augusto Galli (ex presidente di Centropadane) ha passato in rassegna alcuni aforismi dedicati al matrimonio. A rappresentare l’Accademia Boxe Cremona il presidente Fulvio Dernini, il vicepresidente Paolo Garavelli e lo storico dirigente Cesare Castellani, che hanno donato a Benito una bellissima cintura da campione (quelle che vengono consegnate quando in palio vi sono titoli mondiali) con una dedica per i suoi 50 anni di matrimonio con Laila. Ospite della serata anche Mario Vicini, presidente dell’associazione provinciale dei Cavalieri della Repubblica Italiana, che ha voluto sottolineare l’importante nomina a Cavaliere della Repubblica ricevuta da Penna nel 2008. A tratti serie, altre decisamente divertenti, le impeccabili incursioni ‘amorose’ di Michelangelo Gazzoni rigorosamente in dialetto cremonese, mentre l’apprezzata colonna sonora della serata è stata curata dal cantante e chitarrista cremonese Giuliano Quarantotto (ex Flashmen, Eva 2000 e Giganti) che ha messo i brividi a tutti nel reinterpretare in modo meraviglioso ed emozionante alcuni dei più bei successi della musica italiana (tra le altre, ‘Concerto’ degli Alunni del sole, ‘Io per lei’ dei Camaleonti, ‘Caruso’ di Lucio Dalla e ‘Una lunga storia d’amore’ di Gino Paoli). Insomma, una gran bella serata per celebrare Laila e Benito.atrimonio con la moglie Laila.

02 Agosto 2015

Commenti all'articolo

  • enrico

    2015/08/03 - 21:09

    Grande Penna Auguri!!!!

    Rispondi

  • Enrico

    2015/08/02 - 22:10

    .HO AVUTO IL PIACERE DI CONOSCERLO QUANDO ALLA PALESTRA DI VIA POSTUMIA CI ALLENAVAMO IO DILETTANTE ALLE PRIME ARMI, LUI GIA' AFFERMTO , ILCLASSICO GRANDE E GROSSO BONACCIONE, L'ALLENATORE ERA ALLORA IL MITICO " COLOMBO " PER ALLENARLO SI FACEVA PICCHIARE DA 5 O 6 DI NOI, AUGURI !!!!!!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000