il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


RAID A CREMONA

Vandali contro la rigenerazione

Abbattute le lettere della scritta 'Boccaccino' dietro al Duomo, indagano i vigili e filmati al vaglio

Vandali contro la rigenerazione

La scritta abbattuta in Largo Boccaccino

CREMONA - Dopo la ‘o’ , sono cadute anche la ‘b’, l’altra ‘o’ e le prime due ‘c’: non c’è pace per la scritta rossa ‘Boccaccino’ sistemata dall’amministrazione, nell’omonimo largo dietro il Duomo, in nome di una rigenerazione urbana che fa discutere. E stavolta, considerando come alle 23 di domenica 26 luglio le lettere fossero tutte regolarmente al loro posto, ci sono pochi dubbi che l’effetto domino sia conseguenza di un atto vandalico: c’è chi si sta divertendo a fare a pezzi l’allestimento in polistirolo. Comune dispiaciuto. E indagini in corso, con i vigili che stanno visionando le immagini registrate dalle telecamere. Intanto, comunque, si infiamma il dibattito sui social. Polemica su piazza virtuale: «Soldi spesi bene...» il concetto ricorrente su ‘Non sei cremonese se...’ su Facebook, accompagnato, però, dai commenti di apprezzamento che contrastano «i soliti cremonesi lamentoni ai quali non va mai bene niente». Posta il suo pensiero anche Federico Fasani, consigliere Ncd e strenuo oppositore della giunta: «La degenerazione urbana si commenta da sola. I baldacchini parlano con il loro vuoto e la scritta va a pezzi perché è di polistirolo come questa amministrazione».

27 Luglio 2015

Commenti all'articolo

  • enrico

    2015/07/27 - 18:06

    Potrebbero farla d'oro almeno la portano via.

    Rispondi

  • enrico

    2015/07/27 - 14:02

    La sera in città ci sono pochissimi controlli per fare questo dietro il duomo in pieno centro figuratevi in periferia. Ho l'impressione che il comune punta un po troppo sull'immagine e un po poco sulla sicurezza.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000