il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SORESINA

Aumenta l'Irpef, è polemica

Dure critiche di Rava dall'opposizione, ma il sindaco Vairani precisa che il ricavato sarà investito sulle scuole

Aumenta l'Irpef, è polemica

Il palazzo comunale di Soresina

SORESINA — Aumenta l’Irpef per il secondo anno consecutivo e l’opposizione contesta duramente il nuovo ritocco. L’aliquota dell’addizionale sul reddito è passata dallo 0,65 allo 0,70 per cento. Così ha deciso nei giorni scorsi il consiglio comunale: incremento inferiore rispetto a quello deliberato di recente in altri centri di pari dimensioni (Pandino, Castelleone, per non parlare di Crema) ma ciò che contesta Roberto Rava, capogruppo della lista ‘Città di Soresina’, è che si tratta del secondo ‘sacrificio’ chiesto ai contribuenti soresinesi nel giro di nove mesi. «Pesa molto quest’aumento. Nel 2014, a settembre, l’amministrazione aveva approvato un po’ alla chetichella il passaggio dallo 0,50 allo 0,65, e dopo meno di un anno ha previsto un ulteriore ritocco: due balzelli del genere significano il 40 per cento in più. Ma è l’intera filosofia del bilancio che trovo sbagliata. Intanto ritengo eccessivo il ricorso all’avanzo di amministrazione dal quale si è attinto per 580mila euro, e poi trovo immotivato il ‘prelievo’ di 310mila euro dall’utile di Aspm. Se si conosceva l’esistenza di simili risorse, perché la maggioranza ha continuato a lamentarsi per un anno sostenendo che i soldi non c’erano?». Rava e il suo gruppo hanno votato contro sia al bilancio di previsione, sia all’aumento dell’Irpef, ma va anche aggiunto che al di là dell’addizionale sul reddito tutte le altre imposte rimarranno invariate. Imu, Tari e Tasi non subiranno aumenti, e il sindaco Diego Vairani sottolinea che i 57mila euro incamerati grazie al ritocco sull’Irpef verranno investiti nelle scuole. O meglio, nella sistemazione delle scuole. «L’edilizia scolastica era una priorità del nostro programma elettorale, e quest’anno sono almeno due gli interventi di manutenzione da sostenere necessariamente. Mi riferisco al rifacimento dei bagni delle scuole medie e alla costruzione di due nuove aule per le elementari: a settembre avremo quattro sezioni di prima, e i lavori per l’adeguamento dell’edificio sono indispensabili. Tra l’altro credo che il cantiere si aprirà a breve, forse già domani. E’ sempre spiacevole ricorrere all’aumento della pressione fiscale, e ne siamo ben consapevoli. Tuttavia, vorrei che si evidenziassero due cose: per il ritocco dell’Irpef, i cittadini pagheranno in media un euro in più al mese, e quindi non si sta parlando di cifre esorbitanti. Inoltre, va tenuto presente che Soresina, come molti altri Comuni, si è vista tagliare i contributi statali per oltre centomila euro, e quelle minori entrate purtroppo in qualche modo vanno compensate».

18 Luglio 2015

Commenti all'articolo

  • enrico

    2015/07/19 - 11:11

    Sulle scuole che dopo useranno come alloggio per gli stranieri.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000