il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASTELLEONE

Vandalismi al defibrillatore, soccorsi partono a vuoto

Un gruppo di ragazzini ha provato a sganciarlo, quando il macchinario viene estratto dalla teca parte automaticamente una chiamata alla centrale del 118

Vandalismi al defibrillatore, soccorsi partono a vuoto

Il defibrillatore davanti alla farmacia Pesatori di Castelleone

CASTELLEONE - Sono stati posizionati per salvare vite in caso di emergenza, eppure, poche ore dopo la loro installazione, i nuovi defibrillatori sono subito finiti nel mirino dei vandali. Almeno quello di via Solferino, esposto davanti alla farmacia Pesadori. Qualche notte fa un gruppo di ragazzini si è avvicinato al dispositivo e ha tentato di sganciarlo.

Quando si estrae il macchinario dalla teca, arriva una segnalazione alla centrale operativa 118 che fa partire e indirizza sul posto la prima ambulanza disponibile. Ambulanza che in questo caso è uscita a vuoto, perché una volta raggiunta la farmacia i soccorritori si sono accorti che non c’era nessuno da rianimare.

I teppisti, compiuta la loro ‘prodezza’, si sono allontanati a piedi. Che si tratti di più persone, apparentemente di giovane età, lo attestano le immagini riprese dalla telecamera della farmacia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

11 Luglio 2015

Commenti all'articolo

  • renzo

    2015/07/12 - 13:01

    Una volta identificati, far pagare ai loro genitori il costo dell'uscita del mezzi di soccorso, ogni ragazzo il costo intero, cosi' al 118 entrano piu ' soldi.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000