il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Accoglienza profughi, presidio Lega davanti alle scuole di Picenengo

Al sit-in hanno partecipato anche una quindicina di militanti di Casa Pound e alcuni residenti del quartiere

Accoglienza profughi, presidio Lega davanti alle scuole di Picenengo

CREMONA - Presidio della Lega Nord di Cremona davanti alle ex scuole elementari di Picenengo. I lumbard contestano la decisione del Comune di far fronte all'emergenza profughi sistemando alcuni alloggi ricavati nell'edificio scolastico [LEGGI]. Una ristrutturazione "a tempo di record" per "la vecchia struttura" dove troveranno sistemazione "presunti profughi/clandestini immigrati. Ovviamente, tutto a spese dei contribuenti cremonesi".

Il presidio è avvenuto sotto gli occhi delle forze dell'ordine, ma non si sono registrati problemi di ordine pubblico.

Al sit-in - al quale ha partecipato anche una quindicina di militanti di Casa Pound e alcuni residenti del quartiere - hanno preso parte il consigliere comunale della Lega Alessandro Carpani, il segretario cittadino Alberto Mariaschi, l’assessore regionale leghista alla Sicurezza Simona Bordonali, l'assessore leghista regionale alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini e la parlamentare del Carroccio Silvana Comaroli.

In rappresentanza della giunta comunale di Cremona, nel mirino delle contestazioni, è intervenuta l'assessore alla Trasparenza e alla Vivibilità sociale Rosita Viola che ha illustrato le motivazioni che hanno spinto l'amministrazione a collocare alcuni immigrati nell'edificio scolastico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

11 Luglio 2015

Commenti all'articolo

  • They

    2015/07/12 - 07:07

    Purtroppo l'Italia sta per essere portata alla miseria grazie a scelte sbagliate dei vari governi, soprattutto questi ultimi che stanno favorendo l'invasione di clandestini che non hanno nessun diritto di restare nel nostro paese e sopprattutto prosciugano le casse già vuote dello stato togliendo risorse ai servizi essenziali come sanità e scuola. Rimango dell'idea che uno stato Democratico di fronte ad una emergenza di questa portata dovrebbe ascoltare i propri cittadini magari con un referendum

    Rispondi

  • Vania

    2015/07/11 - 12:12

    Galimberti e la sua giunta si devono dimettere subito!!!!!!

    Rispondi

  • enrico

    2015/07/11 - 12:12

    Il "nostro bravo"Napolitano aveva detto che gli stranieri sono una risorsa per il nostro paese. A mio dire sono solo una spesa e basta. Danno solo da lavorare alle forze dell'ordine le quali ne farebbero volentieri a meno.

    Rispondi

  • enrico

    2015/07/11 - 11:11

    Dovrebbero preoccuparsi di prendere questo loro protetto visto che e lo stesso di altri atti del genere in città: Aggredito e rapinato da un uomo in Lungo Po Europa il cremonese è stato avvicinato da un extracomunitario in bicicletta che lo ha spinto, facendolo cadere a terra e naturalmente derubato.

    Rispondi

  • enrico

    2015/07/11 - 11:11

    Ovviamente, tutto a spese dei contribuenti cremonesi!!!!!! Godetevi la poltrona fino alle prossime elezioni mai più sinistra!!!!!!!!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000