il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


TRIBUNALE CREMONA

Carenza personale amministrativo, il ministro Orlando alla presidente Marini: 'Non ci sono fondi, dovete ridurre le udienze'

Carenza personale amministrativo, il ministro Orlando alla presidente Marini: 'Non ci sono fondi, dovete ridurre le udienze'

CREMONA - «Conosco la situazione, il problema è purtroppo così in tutta Italia. Non ci sono fondi e senza risorse non si può attivare la mobilità. Quindi dovete ridurre l’attività lavorativa, dovete ridurre le udienze». Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, alla presidente del tribunale, Ines Marini, nell’incontro del 10 giugno scorso a Roma. Un incontro chiesto dalla presidente per parlare di una situazione di vera emergenza: la grave carenza di personale amministrativo in cui versa il tribunale di Cremona, che dal settembre del 2013 ha assorbito quello di Crema. E la cui competenza ora comprende 361.812 residenti (prima della fusione erano 198.424) e 115 Comuni rispetto ai 74 prima dell’accorpamento.

«Finché c’erano risorse scarse, le ho potute utilizzare, ma la penuria di risorse diventa crisi di legalità. La giustizia è baluardo sia nel penale sia nel civile. La nostra è una situazione particolare, perché è focalizzata sulle figure essenziali», ha detto la presidente Marini. La carenza di personale amministrativo si è fatta ancora più pesante dopo il trasferimento di sei unità, di cui tre – un funzionario, un assistente giudiziario e un cancelliere provenienti dagli uffici giudiziari di Crema — al tribunale di Lodi in vista di un accorpamento con il tribunale di Cassano d’Adda, che, però, non c’è stato, perché la sezione distaccata di Cassano si è poi fusa con Milano.

«Da parte del ministro Orlando vi è stata attenzione, molta cortesia e grande disponibilità. Purtroppo, di fronte alla carenza di risorse, ci si arresta. Il ministro è molto consapevole dei problemi che esistono, il problema giustizia sta scoppiando», ha sottolineato la presidente Marini, che ha riversato i numeri dell’emergenza in documento consegnato al ministro stesso. E i numeri raccontano che al 20 maggio di quest’anno, sono 39 (oltre al dirigente amministrativo) le unità in servizio a Cremona contro le 54 previste in pianta organica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

29 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000