il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


GIOVEDI' D'ESTATE A CREMONA

Lo shopping di sera fa ancora centro

Negozi aperti e grande festa per il primo appuntamento della kermesse, cena con musica in corso XX Settembre

Lo shopping di sera fa ancora centro

La folla lungo corso Garibaldi

CREMONA - ‘Buona la prima’, con tanta gente nelle strade dello shopping serale, l’assalto al mercatino di corso Garibaldi, l’allegria dei bambini che in piazza Marconi hanno scoperto gli strumenti musicali, la danza e le arti marziali in piazza Stradivari, i laboratori didattici in corso Mazzini, il teatro in piazza Roma, il tango in Galleria. I ‘Giovedì d’estate’ edizione 2015 sono partiti giovedì 25 giugno con il piede giusto ed anche il tempo, bello e caldo, ci ha messo del suo. Indovinata pure la scelta, fatta da Botteghe del Centro e dal Duc, di aumentare il numero delle strade coinvolte nell’iniziativa. E tra le buone proposte, accolte da molti, la visita ai principali monumenti sacri, promosse dalla diocesi e guidate dagli esperti di Cr Art. Insomma, una tradizione che si rinnova e resta vincente. Musica diffusa, da piazza della Pace a via Mercatello a via Guarneri; auto e moto, nuovissime, in Largo Boccaccino e burattini sotto la Loggia dei Militi. E in via Sicardo una delle novità: la visita, promossa dai ristoratori, alla bottega del liutaio, con l’auspicio che questa diventi davvero ‘la strada dei liutai’. Giganteschi gonfiabili in piazza Stradivari: biglietto per giocare, 5 euro, pagato naturalmente dai genitori. E a chi protestava, hanno risposto che è sempre stato così. Sosta doverosa in via Gramsci, dove molte associazioni di volontariato hanno mostrato, con intelligente materiale, le loro realizzazioni solidali e i progetti che possono essere utilmente finanziati. Tra questi stand, ha fatto capolino pure quello del Comune dedicato alla raccolta dei rifiuti porta a porta che partirà a luglio. Niente polemiche, ma abbondante materiale informativo. Negozi aperti in buon numero, informazioni più che acquisti, visto che molti aspettano il sabato dei saldi, ma le vetrine illuminate hanno dato un aspetto diverso alle strade del centro. Insomma, una formula che non invecchia: «Siamo alla quindicesima edizione — dicono i responsabili delle associazioni dei commercianti — e ancora viene copiata da altre realtà». Il programma, nei quattro ‘giovedì’ di luglio verrà ulteriormente arricchito, sempre con un occhio di riguardo per famiglie e bambini.

Dopo la ‘prima’ dello scorso anno, i commercianti di corso XX Settembre hanno rifatto la festa nella loro strada. Non a caso in concomitanza con l’inizio dei ‘Giovedì d’estate’. Strade alla carica, dunque, come già avvenuto in via Buoso da Dovara, per dimostrare che anche dietro al duomo ci sono cose belle e buone. E già dalle 19, corso XX Settembre si è riempita di gente, accolta dalla musica che i vari locali hanno voluto: Organic Quartet all’Osteria degli Archi; Swingers al Quintino Bar; Nebbiarock alla Casa del Vino. Il tutto condito, meglio irrobustito, da panini con wurstel, formaggi, porchetta e molto altro. Il tutto annaffiato da birra fresca e vino di ottima qualità. Lunghe tavolate nella via, grigliate spaziali, degustazioni di piatti tipici cremonesi, negozi aperti e buoni affari. Digerite anche le ‘deviazioni’ al traffico, necessarie perché la festa riuscisse. Non solo buongustai ed amanti della musica: ieri in corso XX Settembre c’erano intere famiglie con i bambini che hanno trovato trucco, laboratori, giuggiole e giocattoli con spettacolo di magia. La festa, che ha avuto il patrocinio e la collaborazione di Botteghe del Centro (con il presidente Paolo Mantovani che ha fatto un passaggio per congratularsi con i commercianti) e del Comune, è continuata sino alla mezzanotte: i cremonesi hanno resistito e non si sono affatto stancati. Ed hanno potuto ammirare mostre, antichità, lavorazione del cuoio ed assistire alla preparazione di cucina vegetariana. Insomma, ogni gusto è stato accontentato e gli sforzi degli organizzatori sono stati premiati. Ed ovviamente faranno il bis alla fine del mese di settembre. Le buone tradizioni vanno assolutamente rispettate.

26 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000