il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rigenerazione urbana, un palco naturale in largo Boccaccino

Ecco tutte le novità: davanti alla casa di Stradivari la firma del Maestro; arredo ed eventi per riabitare gli spazi della città

Rigenerazione urbana, un palco naturale in largo Boccaccino

CREMONA - Verso la nuova Rigenerazione urbana in città. Luoghi di socialità, giochi disegnati per terra su appositi materiali, aree eventi, lettura, wi-fi e un ricco programma di animazioni. Questi gli ingredienti principali del programma di rigenerazione urbana che, dopo l’esperienza del ‘Fiume urbano’ di corso Garibaldi, animerà nel periodo estivo ancora corso Garibaldi e quest’anno anche corso Mazzini e largo Boccaccino.

Dopo il confronto avvenuto all'interno del Distretto urbano del commercio e con gli ordini professionali, la giunta ha approvato il progetto definitivo che, giovedì 25 giugno, è stato presentato dall'assessore alla Rigenerazione urbana e Città vivibile Barbara Manfredini alla commissione Commercio, Turismo, Sicurezza e Polizia Municipale, presieduta dal consigliere Paolo Carletti. Al tavolo anche i dirigenti a Urbanistica e Rigenerazione urbana Ruggero Carletti, a Lavori Pubblici, Mobilità urbana e Ambiente Marco Pagliarini, a Cultura, Musei e City Branding Maurizia Quaglia, a Unità di staff Urbanistica Marco Masserdotti.

“Grazie all'intenso e prezioso lavoro svolto dallo staff rigenerazione urbana – dichiara al riguardo l'assessore Manfredini – anche sulla scorta dell'esperienza dello scorso anno, abbiamo pensato a questo nuovo progetto che interessa anche zone del centro cittadino che in passato sono state un po' trascurate. La volontà è di animare e far vivere Cremona coinvolgendo tutte le fasce d'età, arricchendo la specifica vocazione 'pubblica' e l’assetto pedonale dei luoghi, rendendoli idonei ad ospitare attività di rivitalizzazione e di animazione, così che diventino spazi di aggregazione per cittadini e turisti. Questo vale soprattutto per il periodo estivo, che quest’anno coincide con Expo. Inoltre, in sinergia con lo staff cultura, è stato già predisposto un ricco programma di eventi per bambini, famiglie, giovani e adulti in diversi orari e coerenti con le aree individuate”.

Il progetto approvato dalla giunta prevede l’installazione temporanea di arredo urbano in tre ambiti pedonali del centro storico della città con l’intento di creare luoghi dedicati a esperienze di socialità (lettura, musica, animazioni, ed altro ancora). L’obiettivo che si pone l’Amministrazione è di dare nuova identità funzionale e maggiore attrazione partecipativa alle zone di corso Garibaldi, largo Boccaccino e corso Mazzini. Il progetto ha il costo di 50.000 euro, previsti nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2015 – 2017, e ha già ricevuto il nulla osta dalla competente Soprintendenza. Saranno create libere postazioni di sosta pedonale, piattaforme o piazzole dotate con sedute e padiglioni ombreggianti. Alcune di queste saranno anche dotate di spazi dedicati ai giochi per bambini. Sono previste quattro piazzole in corso Garibaldi, due in corso Mazzini e una in largo Boccaccino.

Per ripristinare e diffondere l’idea di pedonalizzazione delle zone, sarà sistemato un tappetino in gomma granulare riciclata. Saranno inoltre installati cinque padiglioni dalla particolare forma triangolare, con tende in tessuto microforato, con struttura portante in metallo. La scelta di appoggiare semplicemente al suolo gli arredi, oppure assicurandoli con semplici ancoraggi, risponde alla volontà di non alterare in modo permanente i luoghi e permette di tutelare le pavimentazioni di pregio dove sono presenti. Le 'isole' saranno dotate di sedute in polipropilene di forma semplice, colorate, prive di spigoli e dalle superfici non scivolose. E' infine prevista la posa di 50 seggiole davanti al palco naturale di largo Boccaccino nell’area dedicata 'alla musica e all’ascolto', mentre davanti alla casa di Stradivari in corso Garibaldi verrà realizzata la firma del grande Maestro liutaio. La fruizione dei luoghi sarà arricchita da eventi di strada, manifestazioni, concerti e dalle zone wifi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

25 Giugno 2015

Commenti all'articolo

  • enrico

    2015/06/26 - 05:05

    Venite in via Filzi ci sono piante tagliate (socche) e mai tolte da anni un palazzo abbandonato con marciapiedi transennati con minimo 50 cm d'erba via giardino lasciata al senso civico di chi ci abita via San Francesco che collega San Ambrogio con San Bernardo senza un marciapiede illuminazione pubblica carente. Che spreco di soldi pubblici!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000