il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA MATURITA' A CREMONA

Tacito 'spaventa' i ragazzi del Manin

L'autore degli 'Annales' non è stata una bella sorpresa per i liceali, è andata meglio negli altri istituti

Tacito 'spaventa' i ragazzi del Manin

Seconda prova scritta per la maturità 2015

CREMONA - «Proprio Tacito... nooo», dicono sconsolati all’uscita i liceali del Manin. L’autore degli Annales non è stata una bella sorpresa: «Una versione impegnativa — spiega Giulia Michelotti —. Più abbordabile la prima rispetto alla seconda parte, ma comunque non ci voleva proprio»... Volti un po’ tirati, eppure sollevati dalla fine del secondo scritto all’uscita dell’Aselli. Federico Vismarra commenta: «E’ andata. Io ho scelto il problema legato ai telefonini, l’altro era improponibile per la sua complessità», taglia corto Silvia Petronelli: «E’ andata, ma io non sono un ful mine in matematica»... Tutt’altro che sereni sono i ragionieri all’uscita dalla prova di economia aziendale. Marco Migliorati, Andrej Aprodu, Marco Premi, Marta Frigeri, Jessica Somenzi e Maja Scaglioni appaiono un po’ sconsolati, bilancio fattibile, ma i quesiti impossibili. «Per farle le cose bisogna saperle», dice laconico Michele Ferrari, Stefano Gnocchi si limita ad attendere l’esito della prova. Sofia Gibelli, Daiana Bassi, Michela Serventi e Rebecca Duchi e Maria Paola Brunelli dell’Anguissola giudicano all’unisono la seconda prova sul Lavoro nell’educazione dei giovani più che abbordabile, non troppo complicata e soprattutto in sintonia con quanto fatto in classe, Marta Chiodelli dell’indirizzo comunicazione se l’è dovuta vedere con il welfarestate e la globalizzazione; una tema definito impegnativo ma non impossibile. All’Einaudi l’indirizzo ristorazione si è cimentato con la dieta e le malattie dovute ad eccesso di nutrizione. Mentre le ragazze della moda dell’istituto Stradivari — hanno spiegato Andrea Baldocchi e Nicole Mellini — hanno dovuto progettare una collezione di abiti in stile anni Settanta, un lavoro impegnativo ma di creativa soddisfazione. Ora pausa e lunedì sarà terza prova per tutti.

Leggi di più su La Provincia di venerdì 19 giugno 2015

18 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000