il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

I parchi ‘sorvegliati speciali’

Via ai pattugliamenti mirati nelle aree verdi cittadine Sabato carabinieri in azione al Sartori e alle Colonie Padane

I parchi ‘sorvegliati speciali’

L’Arma perlustra l’area delle Colonie Padane

CREMONA  - Sabato pomeriggio, con i militari impegnati a pattugliare prima parco Sartori e poi l’intera area delle Colonie Padane, è iniziata la prima operazione coordinata di controllo: con l’estate, tornano ad essere sorvegliati speciali gli spazi verdi della città. Carabinieri in azione. Lo saranno per tutte le prossime settimane, in special modo nel week end ma anche in altri giorni scelti a seconda delle esigenze e di particolari segnalazioni.
Occhi puntati, come già accaduto in passato, nelle zone di potenziale rischio, quelle che, per frequentazione, si sono dimostrate in passato, anche recente, territori sensibili sul fronte dei furti piuttosto che dei vandalismi o dello spaccio di sostanze stupefacenti. Non a caso, già ieri pomeriggio e poi, di nuovo, la sera, si è scelto di passare al setaccio la porzione di città compresa tra il villaggio Po e il Grande Fiume: quello, proprio a ridosso della golena, è un quadrante abitualmente individuato come ideale per il passaggio di mano in mano di droga ma anche per le razzie, spesso commesse a bordo delle auto lasciate nel parcheggio da chi trascorre la propria giornata tra gli alberi dell’anello piuttosto che a fare footing. E a pesare, nella scelta del primo intervento, è stato anche quanto accaduto alcune notti fa, quando nel mirino dei ladri è finita la roulotte di uno dei gestori delle giostre della fiera di San Pietro. Proprio lì, con passaggi ripetuti anche per far notare la propria presenza, così da rappresentare un deterrente, si sono mossi gli investigatori dell’aliquota operativa del nucleo operativo e radiomobile, coordinati dal luogotenente Angelo Foglia che in questi giorni comanda anche la Compagnia. Sono stati fermati e identificati alcuni soggetti che, almeno all’apparenza, destavano qualche sospetto ma, almeno secondo quanto risulta, non sono emerse irregolarità. Guardia comunque alta sul fronte sicurezza e non è da escludere, nel caso emergessero criticità che al momento, comunque, non sono state riscontrate, che il perimetro della sorveglianza sistematica possa anche essere ampliato.

13 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000