il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

La casa di Stradivari torna a suonare

Dal 13 giugno audizioni dal balcone in corso Garibaldi con la violinista Anastasiya Petryshak

La casa di Stradivari torna a suonare

Presentazione dell'iniziativa alla casa di Stradivari a Cremona

CREMONA - La casa nuziale del sommo maestro Antonio Stradivari incanta e suona. Comincia da sabato 13 giugno, come assaggio del progetto Rigenerazione Urbana, e continua fino al 25 settembre l’iniziativa denominata ’Sguardo conCorde’: un giorno al mese alle ore 18 serenate al balcone della casa di corso Garibaldi con Anastasiya Petryshak, promosse dal Comune di Cremona in collaborazione con Stradivariazioni (Associazione per la promozione della Liuteria, della Musica e dell'Arte). Il progetto, alla sua prima edizione, è stato presentato nel pomeriggio nella sede di Stradivariazioni, al n. 57 di corso Garibaldi, proprio nella casa dove il giovane Antonio Stradivari visse con la moglie Francesca Ferraboschi dal 1667 al 1680. Presenti per l’Amministrazione il sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti e l’assessore alla Città Vivibile e alla Rigenerazione Urbana Barbara Manfredini.

“Come nelle grandi capitali europee, la casa di Stradivari suona in un appuntamento fisso - ha detto il sindaco Galimberti - perché la città ha bisogno anche di simboli, segni e riferimenti per aumentare la consapevolezza della cittadinanza e per attirare sempre più turisti. Questa iniziativa si inserisce nella rigenerazione urbana, progetto che - dopo il successo del ‘fiume urbano’ di corso Garibaldi - torna anche quest’anno con l’obiettivo di riabitare le strade e le piazze. E’ bello che le istituzioni e la città intera rilancino ciò che è già nelle corde. Ed è importante programmare: sapere che la casa di Stradivari suona in quel giorno e a quell'ora con audizioni di qualità è importante per organizzazione visite e tour”.

“L’avevamo promesso il 18 dicembre e ora lo realizziamo - ha detto l’Assessore Barbara Manfredini - Questa iniziativa ci consente di valorizzare un luogo storico in sinergia con la proprietà, l’Associazione e i commercianti che ringraziamo. Per rendere vivibile la città offriamo delle occasioni di incontro e di vivibilità”.

La musica suonata da Anastasiya Petryshak inviterà le persone che passano in corso Garibaldi ad alzare gli occhi verso il balcone di quella casa dove, nei tredici anni che vi trascorse con la sua famiglia, Antonio Stradivari costruì numerosi celebri strumenti, tra cui il violino Clisbee del 1669, la viola Mahler del 1672, diverse chitarre e, soprattutto, i violini decorati Sunrise ed Hellier, rispettivamente del 1677 e 1679. Un modo nuovo e diverso di vivere lo spazio urbano come luogo di incontro e di socializzazione, che nel contempo rimanda alle radici profonde della storia, della cultura e del “saper fare liutario”, riconosciuto dall'UNESCO patrimonio immateriale dell'umanità.

Le audizioni sono previste sabato 13 giugno, sabato 4 luglio, sabato 29 agosto, sabato 12 settembre e venerdì 25 settembre, sempre alle 18,00.

Da luglio le audizioni saranno inserite nel progetto più ampio di rigenerazione urbana che, dopo l’esperienza del ‘Fiume urbano’ di corso Garibaldi, recentemente premiata a livello nazionale, animerà nel periodo estivo ancora corso Garibaldi e quest’anno anche corso Mazzini e largo Boccaccino con luoghi di socialità, intrattenimenti musicali, giochi disegnati per terra su appositi materiali, aree eventi, lettura, wi-fi e un ricco programma di animazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

09 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000