il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Trovato cadavere a 'La Zolla': aperta una inchiesta

La vittima è un 43enne bresciano, l'uomo era uscito per un colloquio di lavoro: il corpo è stato trovato in un bagno della struttura di recupero delle persone tossicodipendenti

Trovato cadavere a 'La Zolla': aperta una inchiesta

L'ingresso de La Zolla a Cremona

CREMONA - Il mattino era uscito dall’associazione di solidarietà per sostenere un colloquio in vista del reinserimento al lavoro, la sera l’hanno trovato morto in un bagno de La Zolla, struttura che da anni si occupa della cura e del sostegno a persone che tentano di affrancarsi da problemi di tossicodipendenza: la tragedia si è consumata mercoledì 3 giugno, la vittima è G.O. 43enne di Chiari (Brescia), ospite del centro di San Savino da due mesi e mezzo.

La procura della Repubblica ha aperto un’inchiesta, al momento senza specificare eventuali ipotesi di reato, per chiarire le cause di un decesso che potrebbe essere stato semplicemente conseguenza di un malore ma che, almeno per ora, suscita qualche perplessità. E per questo, posta sotto sequestro la salma e già disposta l’autopsia, che dovrebbe essere eseguita lunedì 8 giugno e che nelle aspettative degli inquirenti dovrebbe garantire le risposte che si stanno cercando, i carabinieri stanno indagando a ritmo serrato, coordinati dal pubblico ministero Lisa Saccaro.

«Abbiamo fornito la nostra massima collaborazione all’Arma — riferisce don Giuseppe Salomoni, presidente della onlus — ma nessuno di noi ha visto o sentito nulla di particolare». 

Leggi di più su La Provincia di domenica 7 giugno 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

06 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000