il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA TRAGEDIA DI PESCAROLO

Accusa di omicidio volontario per Nadia Gaggia

Il pm Laura Patelli ha già disposto l'autopsia sul cadavere di Giuseppe Pasquali, la moglie resta piantonata in ospedale

Accusa di omicidio volontario per Nadia Gaggia

Gli investigatori in cascina Le Motte

PESCAROLO - Almeno una ventina di colpi inferti con un candelabro, in tutte le parti del corpo. Un crescendo di violenza di fronte al quale la vittima, immersa nella vasca da bagno, ha potuto ben poco. Letali le lesioni alla testa. Sarà comunque l'autopsia, già disposta dal pm Laura Patelli, a chiarire ogni cosa, inclusa l'esatta dinamica dell'omicidio che nel tardo pomeriggio di martedì 2 giugno a Pescarolo, a cascina Le Motte, ha distrutto una famiglia. Nadia Gaggia, una 69enne affetta da disturbi di natura psichica, in preda a un raptus ha ucciso il marito, Giuseppe Pasquali, un agricoltore di 73 anni. Poi ha chiamato la figlia Ilenia, insegnante a Vescovato, e le ha detto: "Abbiamo litigato, col papà". Poco dopo è venuta fuori la verità, la più terribile: nel bagno, dalle pareti e dai sanitari pieni di schizzi di sangue, c'era il corpo senza vita di Pasquali. Un cadavere sfigurato.

La scena di fronte alla quale si sono trovati i carabinieri della stazione di Vescovato e poi i loro colleghi di Cremona e Robecco, è di quelle che non si dimenticano. La 69enne rimane piantonata dai carabinieri all'ospedale Maggiore. L'accusa nei suoi confronti è quella di omicidio volontario. Le condizioni della donna, nelle ore successive il delitto, non hanno reso possibile l'interrogatorio davanti al pm e al capitano Livio Propato, l'ufficiale che guida la compagnia di Cremona e che coordina le indagini. Il tentativo di sentire la 69enne martedì sera, anche soltanto un racconto succinto di quanto avvenuto, è subito abortito visto lo stato confusionale della donna, poi affidata ai medici e ai militari che da allora non la perdono d'occhio. La 69enne sarà sentita appena i sanitari daranno il via libera.

03 Giugno 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000