il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

'C'è un fiume in corso Garibaldi', riconoscimento al Comune

L'iniziativa temporanea realizzata l’estate scorsa ha vinto il Premio Biennale Spazio Pubblico 2015 - Viaggio nei Comuni delle buone pratiche

'C'è un fiume in corso Garibaldi', riconoscimento al Comune

Un'immagine della riqualificazione di corso Garibaldi

CREMONA - Un riconoscimento nazionale importante per il progetto di rigenerazione urbana di corso Garibaldi. Il Comune di Cremona, proprio con l'iniziativa temporanea e sperimentale dal titolo “C'è un fiume in corso Garibaldi”, realizzata l’estate scorsa, ha vinto il Premio Biennale Spazio Pubblico 2015 (Bisp) - Viaggio nei Comuni delle buone pratiche promosso da Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, dall'Istituto Nazionale di Urbanistica, dall'Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia e dalla sezione del Lazio dell'Istituto Nazionale di Urbanistica. Il Comune di Cremona è tra i sette comuni (insieme a Roma, Napoli, Mantova, Faenza, Orbassano e Castel del Giudice) che in tutta Italia sono stati riconosciuti. La consegna del premio avverrà il 21 maggio, alle ore 18, nella sede di svolgimento della Biennale (Dipartimento di Architettura di Roma Tre).

 

“Abbiamo partecipato a questo concorso nazionale – dichiara l'assessore alla Rigenerazione Urbana Barbara Manfredini – ritenendo che il progetto 'C'è un fiume in corso Garibaldi' avesse tutte le caratteristiche indicate dalle aree tematiche del BISP 2015. Con la sperimentazione di corso Garibaldi abbiamo voluto dimostrare cosa intendiamo per rigenerazione urbana: riqualificare gli spazi per migliorare la qualità urbana e la qualità delle relazioni, creando luoghi di coesione all'interno della città. Un progetto che ha messo insieme arredo urbano, programmazione culturale ed elementi riguardanti la mobilità. Una sperimentazione che non solo ha suscitato l'interesse di altre città, penso ad esempio a Piacenza, ma che ha incontrato il gradimento di cittadini e operatori commerciali. Il riconoscimento che giunge ora a livello nazionale è motivo di soddisfazione per Cremona che, recuperando le radici e la storia dentro una visione di futuro, ha dimostrato di saper dar vita ad progetto di dinamismo urbano secondo una nuova visione di città. Non ci siamo però fermati a questa sperimentazione. Per quest’anno presenteremo presto un altro progetto di rigenerazione urbana che interesserà ancora corso Garibaldi e poi corso Mazzini e largo Boccaccino. Perché i luoghi della città devono essere riabitati dalle persone e dalle relazioni tra persone nella quotidianità”.

16 Maggio 2015

Commenti all'articolo

  • Andrea

    2015/05/16 - 19:07

    Siamo alla demenza senile...

    Rispondi

  • koglione

    2015/05/16 - 17:05

    quest' anno, sior Sindaco, facciamole color sabbia e vinciamo di sicuro il premio "c'è un deserto in corso Garibaldi". vincere è la parola d' ordine di Renzi, mi ricorda vincere e vinceremo....mah. come? vinciamo il premio Sahara anche senza fare le righe? allora risparmiamo va.

    Rispondi

  • Giorgio

    2015/05/16 - 14:02

    sicuramente la giuria era tutta di sinistra

    Rispondi

  • enrico

    2015/05/16 - 12:12

    E nello stesso tempo abbandono delle periferie. Alberi tagliati e non solo mai rimpianti ma lasciato li il fusto (da anni). Pochissima illuminazione. Sporcizia per le strade.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000