il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Nuova violenza nel penitenziario, rissa durante l'ora d'aria

Gli agenti della polizia penitenziaria riescono a riportare l'ordine nel cortile del nuovo padiglione, il Sappe: 'Deve far riflettere l'elevato numero di episodi critici che accadono in questo carcere'

Nuova violenza nel penitenziario, rissa durante l'ora d'aria

CREMONA - Rissa tra detenuti durante l'ora d'aria. L'ultimo episodio di violenza, di una lunga serie, è avvenuto all'interno del penitenziario di Cremona intorno alle 13.30 di domenica 3 maggio.

 

La rissa è scoppiata, pare per futili motivi, tra alcuni detenuti stranieri appartenenti a etnie diverse, mentre si trovavano nel cortile del nuovo padiglione. L'agente di polizia penitenziaria addetto al cortile passeggio ha dato subito l'allarme e, grazie al tempestivo e risolutivo intervento dei colleghi, si è potuto evitare il peggio. Nessun poliziotto è rimasto ferito o contuso nel ripristino dell'ordine e della sicurezza all'interno.

 

"Impeccabile anche questa volta  - sottolinea il segretario nazionale del sindacato Sappe Donato Capece - la prontezza degli agenti di Polizia Penitenziaria della casa circondariale di Cremona nell'affrontare il grave ennesimo evento critico, ai quali va sicuramente riconosciuto il merito di saper svolgere il proprio lavoro con spirito di abnegazione, professionalità ed estremo sacrificio".

 

Alfonso Greco, segretario regionale Sappe della Lombardia, aggiunge: “La rissa tra detenuti a Cremona è sintomatico di una emergenza penitenziaria che permane, nonostante tutto, sedata in tempo dai bravi poliziotti penitenziari in servizio che mi auguro vengano premiati per l'ottimo intervento operativo. Ma deve fare seriamente riflettere l’innumerevole numero di episodi critici che accadono nel carcere di Cremona. Ed è assurdo che non si adottino incisivi provvedimenti, chiesti da tempo dalla nostra Organizzazione sindacale”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

05 Maggio 2015

Commenti all'articolo

  • They

    2015/05/06 - 06:06

    Esiste una sola vera soluzione: detenuti stranieri a casa loro SUBITO!!! Per la verità ne esisterebbero altre ma in un paese di falsi perbuonisti come il nostro non se ne può nemmeno parlare...

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000