il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Bulli in stazione, spintonata una ragazzina

La giovane, presa di mira da alcuni coetanei, è finita a terra. Altro episodio nell’area pullman

Bulli in stazione, spintonata una ragazzina

Pattuglia della polizia alla stazione dei pullman

CREMONA - Altri due episodi di bullismo alla stazione ferroviaria e a quella dei pullman di via Dante, dove ogni giorno transitano migliaia di ragazzi che frequentano le scuole della città. Si tratta di due episodi preoccupanti avvenuti nei giorni scorsi. Alla stazione dei pullman è finito nel mirino un ragazzino che, dopo essere stato a lungo dileggiato da ragazzi più grandi, si è visto costretto a cedere il posto a uno di loro che con frasi piuttosto esplicite, gli ha fatto capire di essere più anziano e che in piedi doveva stare uno studente più giovane.

Vicenda più pesante quella accaduta un paio di giorni dopo alla stazione ferroviaria. Intorno alle 7.20 una ragazzina robusta è stata presa di mira da alcuni coetanei che si sono rivolti alla giovane in maniera per nulla elegante, rimarcando alcuni suoi aspetti fisici. La giovane, però, ha replicato subito ai ragazzi e a quel punto la situazione ha rischiato di precipitare: sono volati spintoni e forse anche qualche calcio. Morale: la ragazzina è finita a terra, sotto gli occhi di diversi studenti. Una scena proprio brutta. La vicenda non ha avuto conseguenze rilevanti ma è pur sempre paradigmatica di una tendenza tutt’altro che rassicurante. Sono molti mesi che gli addetti e gli autisti di Km lamentano il costante peggioramento per quel che concerne il comportamento di molti ragazzi. Per non dire del numero di coloro che non pagano il biglietto. In certe tratte la percentuuale supera il 20 per cento.

24 Aprile 2015

Commenti all'articolo

  • renzo

    2015/04/30 - 10:10

    E' un sogno vedere, come e' successo negli USA, un genitore prendere per i capelli e a sberle il proprio figlio che a casino o il bullo? Immagino di si, loro non hanmo avuto il 68 e soptattutto quelle leggi stupide che condannano.i genitori che danmo sberle ai propri figli che sbagliano...anche perche' i loro figli NON.SBAGLIANO MAI!

    Rispondi

  • They

    2015/04/26 - 08:08

    Manca l'educazione dei genitori, mentre chi non paga il biglietto lo sanno tutti chi sono: gli stessi che non pagano bollette e servizi, non per mancanza di denaro ma perché non essendo italiani se ne sbattono altamente sapendo che vengono comunque aiutati impropriamente

    Rispondi

  • enrico

    2015/04/25 - 11:11

    Più che molti mesi? Sono anni.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000