il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Anziana assediata in casa, faccia a faccia con il ladro

Domenica da incubo per una 80enne residente in via San Rocco

Anziana assediata in casa, faccia a faccia con il ladro

CREMONA - Una domenica da incubo. A 80 anni, nella casa dove vive sola, si è ritrovata assediata da un bandito senza scrupoli, un giovane pronto a ricorrere a un tranello pur di entrare e fare razzia. Tutto sfociato in un faccia a faccia con il malvivente sul punto di sfondare il vetro di una finestra. Indagano i carabinieri.

 

Tutto inizia intorno alle 16 del 19 aprile, quando a casa della donna, in via San Rocco, qualcuno suona alla porta. L'anziana, su indicazione della figlia, è abitutata a controllare da basso chi suona il campanello e a non aprire se quella persona è sconosciuta. Così si affaccia e vede, oltre la recinzione, un uomo di circa 25 anni, con i capelli corti e i baffi, "con i lineamenti di chi proviene dall'Est Europa", ha spiegato la donna. A pochi passi, un'auto grigia con a bordo un altro uomo, che fuma con il finestrino abbassato. "Hanno continuato a suonare il campanello per dieci minuti. Senza che mia madre rispondesse. Poi se ne sono andati. Mia madre - ha spiegato la figlia - ha creduto che fosse tutto finito. Invece non era che l'inizio. Dopo neanche un quarto d'ora ha sentito di nuovo suonare il campanello. Questa volta, dopo essersi affacciata, non a visto nessuno. Vuoto anche il pianeottolo. Invece lì è iniziato l'incubo".

 

In effetti, poco dopo l'ultima scampanellata, la padrona di casa sente dei rumori provenienti da una delle finestre che danno sulla strada, prive di grate, contrariamente a quelle sul retro. Si avvicina e vede la tapparella sollevata, la zanzariera aperta e lì'uomo che armeggia con un cacciavite ed è sul punto di aprire la finestra. A quel punto l'80enne si mette a urlare. Il giovane scappa con una velocità sorprendente. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

20 Aprile 2015

Commenti all'articolo

  • They

    2015/04/23 - 06:06

    Chiamarlo giovane è un complimento, il suo vero nome è mer...ne ambulante puzzolente da prendere a bastonate..

    Rispondi

  • enrico

    2015/04/21 - 21:09

    Proviene dall'Est Europa. Che razzisti che siete poverino deve pur mangiare anche lui. Speriamo che non lo prendano altrimenti la nostra giustizia non perdona.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000