il network

Mercoledì 16 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Profughi, situazione di emergenza: le strutture Caritas sono al limite

Tra martedì e mercoledì sono arrivate 18 persone, don Pezzetti: 'Per ora ce la facciamo, ma la prospettiva preoccupa'

Profughi, situazione di emergenza: le strutture Caritas sono al limite

Gli ultimi profughi arrivati a Cremona

CREMONA - E' di nuovo emergenza sul fronte immigrazione. Gli effetti dei continui sbarchi delle ultime settimane hanno iniziato a ripercuotersi su Cremona: 18 i richiedenti asilo arrivati in città in aprile, otto martedì 14 aprile (tutti uomini e tutti del Mali) e dieci mercoledì. Cinque di questi ultimi resteranno, altri cinque saranno dislocati nelle strutture deputate all’ospitalità in provincia, tra Gabbioneta Binanuova, Capralba e Salvirola.

 

Per ora, ci sono stanze e letti a sufficienza, ma i problemi sono dietro l'angolo: con 218 stranieri attualmente presenti negli immobili Caritas (160 solo alla Casa dell’Accoglienza), con alberghi, parrocchie e alloggi di Rivarolo del Re e del resto del territorio al limite, e con cascina Moreni che ha provvidenzialmente, ma solo temporaneamente, trovato posto per 15 dei profughi assegnati al Cremonese nell’ultimo mese, è del tutto evidente come la sproporzione tra domanda e offerta già rappresenti un problema serio.

 

Il direttore della Caritas don Antonio Pezzetti non si nasconde: «I numeri sono numeri e dicono che siamo vicini al collasso. Al momento possiamo ancora gestire la situazione ma è la prospettiva che preoccupa. Voglio dire: gli arrivi non si sono mai arrestati ma un conto è se si tratta di due, tre persone per volta, come accaduto in inverno, e un conto è se ci troviamo a dover affrontare gruppi di dieci, anche venti migranti a settimana».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

15 Aprile 2015

Commenti all'articolo

  • xxx

    2015/04/16 - 11:11

    Sostenitori delle sinistre..............su dai....un pò di coerenza non fa male.......aprite le vostre dimore e iniziate a dare il buon esempio, accogliendo un clandestino a testa e mantenerlo senza fargli mancare nulla....

    Rispondi

  • enrico

    2015/04/16 - 10:10

    Ripeto fare il g.. col fondo schiena altrui e facile. Un bel campo d'accoglienza a castel Gandolfo e uno nei giardini del Vaticano. La sinistra sta regalando le prossime elezioni alla destra.

    Rispondi

  • Massimo

    2015/04/16 - 06:06

    Ogni famiglia cattolica e progressista ospiti un profugo. Fatti, non parole. Il Vaticano è grande e anche la casa della signora Boldrini.

    Rispondi

  • Fabio

    2015/04/16 - 06:06

    .."Le strutture sono al limite".... Invece i cremonesi,ma anche gli italiani,"questo"limite lo hanno già superato da un pezzo!... Occhio,politicanti!Tutti i nodi,poi,vengono al pettine...E,allora,nessuna immunità vi salverà dalle legnate del popolo.

    Rispondi

  • They

    2015/04/16 - 06:06

    Il viminale ha imposto ai prefetti di requisire ed espropriare immobili a favore degli immigrati, secondo voi questa è democrazia? Perché non viene indetto un referendum per sapere cosa ne pensa la gente? Forse perché gli interessi economici sono prevalenti sulla vita del cittadino italiano.

    Rispondi

Mostra più commenti