il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


RICERCA

Materia oscura dal sole Roncadelli sconfessa gli inglesi

L'astrofisico cremonese dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Pavia sconfessa la teoria di uno studio britannico: 'Frutto di una errata interpretazione dei dati del satellite'

Materia oscura dal sole Roncadelli sconfessa gli inglesi

Marco Roncadelli

CREMONA - Nessuna particella di materia oscura proviene dal sole: lo studio britannico che lo aveva annunciata pochi mesi fa sarebbe in realtà frutto di un’errata interpretazione dei dati raccolti dal satellite XMM-Newton dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). È quanto dimostra una ricerca tutta italiana, condotta da Marco Roncadelli, astrofisico cremonese dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) di Pavia. Roncadelli, studente alla Capra Plasio e al liceo scientifico Aselli, ha lavorato con Fabrizio Tavecchio, dell’Osservatorio di Brera dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) a Milano. Le loro conclusioni, pubblicate sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, riaprono dunque la caccia alla materia oscura, quella misteriosa materia invisibile che costituisce il 25 per cento dell’universo e la cui presenza è stata finora rilevata solo attraverso osservazioni indirette.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

08 Aprile 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000