il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Scacco ai ladri di rame, un arresto: sfuma il colpo all'Anafi

I malviventi avevano già smontato canaline e altri manufatti, ma sono stati traditi dal rumore che ha messo in allarme il custode delle struttura

Scacco ai ladri di rame, un arresto: sfuma il colpo all'Anafi

La sede dell'Anafi in via Bergamo a Cremona

CREMONA - Colpo sfumato e scacco ai ladri di rame che nella notte tra giovedì 2 e venerdì 3 aprile hanno preso di mira l'Anafi, la sede della Associazione nazionale allevatori bovini razza frisona italiana che si trova in via Bergamo. Un uomo è stato arrestato - si tratta del 26enne B.G. di origine romena, domiciliato a Brescia e residente a Brembate (Bergamo) - mentre un altro connazionale è riuscito a fuggire.

 

La banda puntava ai manufatti in rame che si trovano sul tetto degli edifici dell'Anafi. I ladri avevano già svitato le canaline e diversi manufatti, ma durante le operazioni non sono stati particolarmente cauti e il rumore li ha traditi. Gli uomini del Nucleo operativo radiomobile dei carabinieri, messi in allarme dalla telefonata del custode dell'Anafi, sono piombati a tutta velocità in via Bergamo e sono riusciti a sorprendere i due banditi. Uno è stato preso e arrestato, l'altro è sfuggito per un soffio alla cattura ma è già stato identificato

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

03 Aprile 2015

Commenti all'articolo

  • Alessandro

    2015/04/04 - 11:11

    Complimenti ai ragazzi del Radiomobile di Cremona.

    Rispondi

  • They

    2015/04/04 - 08:08

    Sempre romeni che in Italia fanno quello che vogliono grazie a leggi inesistenti e governi che non ascoltano i cittadini ma solo la loro bramosia di vincere le elezioni...

    Rispondi

  • xxx

    2015/04/03 - 12:12

    con la depenalizzazione di questo governo criminale,questo tipo di furti non è più reato........ complimenti a questo governo abusivo..........pd=......a voi la scelta.......

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000