il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Pendolo di Foucault, esperimento ok nella cattedrale

Evento organizzato dal gruppo astrofili per le scuole, si replica giovedì e venerdì: sabato tutti i cremonesi possono assistere alla prova

Pendolo di Foucault, esperimento ok  nella cattedrale

CREMONA - Cattedrale affollata, bambini delle elementari curiosi e molto attenti, insegnanti conquistati dall’esperimento, ma anche musica (Andrea Seghezzi al violino; Niccolò Toscani al violoncello; Alessandro Romani alla chitarra, voci narranti Valentino Lui e Matteo Dall’Asta, tutti dell’Aselli) ed immagini sullo schermo. Nella mattinata di mercoledì 18 marzo, in duomo, è stato ripetuto il famoso esperimento del pendolo di Foucault.

 

Una ‘prova’ che il Gruppo Astrofili Cremonesi, guidato da Alessandro Maianti, ha voluto per avvicinare i cremonesi, dai più piccoli ai più grandi, alla scienza. L'esperimento verrà ripetuto giovedì e venerdì per le scuole che si sono prenotate, mentre sabato verrà replicato, alle 15 ed alle 16, per l’intera cittadinanza.

 

L'esperimento del pendolo di Foucault andò in scena per la prima volta nel 1851 nel Pantheon di Parigi e serve per dimostrare la rotazione della terra attorno al proprio asse. Una sfera di acciaio, del peso di 30 chili, viene appesa a una fune, altezza 27 metri, attaccata al soffitto per mezzo di uno snodo cardanico. Sul pavimento della chiesa è disegnata una sorta di ‘rosa dei venti’ per rendere visibile lo spostamento del pendolo. Il peso viene poi fato oscillare e progressivamente vengono colpiti dei birilli. Serve mezz’ora per verificare lo spostamento e quindi la rotazione della terra.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

18 Marzo 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000