il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Estorsione ad un imprenditore, Rocca resta in carcere

Respinta la richiesta di scarcerazione, l'uomo è coinvolto nelle inchieste Pesci e Aemilia

Estorsione ad un imprenditore, Rocca resta in carcere

Posti di blocco durante l'operazione Aemilia

CREMONA - Resta in carcere a Voghera(Pavia) Antonio Rocca, il piccolo imprenditore mantovano coinvolto nell’inchiesta Pesci sulla 'ndrangheta (della Dda di Brescia) e in quella parallela denominata Aemilia (della antimafia di Bologna). Rocca - la cui richiesta di scarcerazione è stata respinta perché ritenuto referente del boss calabrese Nicolino Grande Aracri - sarebbe responsabile di estorsione nei confronti di un imprenditore edile della provincia di Cremona oltre che di due mantovani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

17 Marzo 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000