il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA E PROVINCIA

Territorio al setaccio, i carabinieri arrestano tre persone

Mezzi e uomini impiegati in forze, sono scattate anche 5 denunce: controllati 160 veicoli e 286 persone

Territorio al setaccio, i carabinieri arrestano tre persone

CREMONA - Tre arresti e cinque denunce oltre nove sanzioni per violazione del Codice della strada. E' il bilancio di una giornata di controlli sull'intero territorio provinciale condotti, martedì 24 febbraio, dai carabinieri di Cremona, Crema e Casalmaggiore.

 

I militari di Cremona hanno tratto in arresto K.M., 20enne di origini macedoni, domiciliato nel casalasco, colto nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato notato in via Dante mentre veniva avvicinato da alcuni ragazzi che subito si allontanavano dopo uno scambio. Acquirenti immediatamente bloccati con l'hasish ceduto dall'arrestato. La perquisizione sullo spacciatore consentiva di rinvenire ulteriori tre dosi. A casa, nascosti nella camera da letto, altri 40 grammi della medesima sostanza.

 

I carabinieri di Casalmaggiore invece nella tarda serata hanno arrestato arresto S.D., 27enne di origini polacche, residente a Casalmaggiore. Lo stesso benchè ai domiciliari, è stato sorpreso dai militari mentre si trovava al supermercato senza aver avuto autorizzazione ad uscire dal luogo di detenzione. Per lui è scattato l’arresto in flagranza per evasione.

 

Infine i militari di Cremona hanno proceduto all’esecuzione di misura cautelare a carico di M.K., kosovaro di 22 anni, in quanto ritenuto, sulla base di indagini condotte, dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti. Ora si trova ai domiciliari.

 

Nel corso della giornata sono state inoltre denunciate in stato di libertà altre 5 persone per reati vari (percosse, lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale), controllate 286 persone e 160 veicoli, sono state elevate 9 sanzioni per violazioni al Codice della strada per un importo di 900 euro con 20 punti sottratti dalle patenti.

 

I controlli effettuati dagli uomini dell'Arma avevano l'obiettivo della prevenzione dei reati predatori e hanno visto impiegati 25 equipaggi e cinquanta militari che hanno passato al setaccio le zone maggiormente colpite da furti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

25 Febbraio 2015

Commenti all'articolo

  • enrico

    2015/02/26 - 05:05

    Onore ai Carabinieri ma la legge va rivista i domiciliari è una pena ridicola per qualsiasi reato

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000