il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Scontri in via Mantova, perizia medico legale sulle ferite di Emilio Visigalli

Si dovrà accertare anche compatibilità delle lesioni con gli strumenti atti ad offendere che sono stati sequestrati

Scontri in via Mantova, perizia medico legale sulle ferite di Emilio Visigalli

Scontri in via Mantova a Cremona il 18 gennaio 2015

CREMONA - Nell’ambito dell’indagine a carico di dieci militanti di CasaPound e cinque del centro sociale Dordoni per rissa aggravata e per tentato omicidio (quest’ultima accusa è per ora formulata contro ignoti), sarà una perizia medico legale disposta nel pomeriggio di lunedì 9 febbraio dal sostituto procuratore, Laura Patelli, ad accertare l’entità delle lesioni cagionate ad Emilio Visigalli, il militante del centro sociale Dordoni, finito in coma all’ospedale negli scontri del 18 gennaio scorso.

 

Il pm Patelli ha affidato l’incarico a Valerio Osculati, medico legale di Varese, il quale dovrà inoltre accertare se Visigalli, 50 anni, abbia corso un concreto pericolo di vita e, se possibile, determinare l’eventuale compatibilità delle lesioni con gli strumenti atti ad offendere, sequestrati nel corso delle perquisizioni compiute nella notte tra martedì e mercoledì scorsi. Osculati si è preso sessanta giorni per rispondere al quesito formulato dal pm Patelli.

 

L’avvocato Marcello Lattari, difensore di alcuni degli indagati di CasaPound, ha nominato quale consulente di parte Marcello Gagliardi, medico legale di Cremona, mentre l’avvocato Sergio Pezzucchi di Brescia, difensore degli autonomi, non ha nominato un proprio consulente di parte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

09 Febbraio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000