il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Neve portata via coi camion, pericolo ghiaccio e crolli

Lento e difficoltoso ritorno alla normalità in città: lunedì 9 riaprono le scuole, tutti mobilitati per la pulizia delle strade

Neve portata via coi camion, pericolo ghiaccio e crolli

L'autolavaggio collassato in via Castelleone

CREMONA - Il ritorno alla normalità è lento e difficoltoso dopo la forte nevicata del 5 e 6 febbraio. Le insidie sono rappresentate dal ghiaccio - soprattutto sulle strade secondarie e sui marciapiede nonostante la salatura continua - e da rami e tegole che seguitano a precipitare al suolo a causa del peso della neve. Guardia sempre alta, quindi, mentre si inizia a percepire l'entità dei danni.

 

LETTORI REPORTER: FOTO E VIDEO DELLA NEVICATA

 

Sulla Castelleonese l'autolavaggio e la tettoia del distributore Total Erg sono devastati. Il cimitero cittadino rimane chiuso e sono garantiti solo i funerali: i sopralluoghi, eseguiti di domenica come sabato e come venerdì dai tecnici del Comune e dagli addetti delle serre, hanno evidenziato il cedimento di un numero di piante superiore rispetto a quanto sembrava in un un primo momento e diverse sono piombate anche sulle lapidi. In alcuni quartieri, con cumuli di neve lungo le strade, parcheggiare diventa un'impresa.

 

Lunedì 9 febbraio ricominciano le lezioni: quattro squadre di volontari, domenica, tra i quali anche migranti ospiti della Casa dell’Accoglienza accompagnati dagli agenti della polizia locale, hanno provveduto a pulire e salare gli ingressi delle scuole.

 

L'esercito rimane in campo e i vigili del fuoco sono chiamati ad un super lavoro quantificabile in almeno 200 interventi.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

09 Febbraio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000