il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Formaggi avariati: veterinari assolti, ridotta la pena per Russo, confermata la pena per Bosio

Formaggi avariati:  veterinari assolti, ridotta la pena per Russo, confermata la pena per Bosio

Isabella Cantalupo

CREMONA - Caso formaggi avariati: il reato era prescritto, ma la corte d'appello di Brescia, pronunciandosi nel merito, ha assolto 'perché il fatto non sussiste' i tre veterinari Riccardo Crotti, all'epoca dei fatti capo del Dipartimento di prevenzione dell'Asl veterinaria, Paolo Balestreri e Andrea Chittò' dall'accusa di abuso d'ufficio, l'unico capo di imputazione rimasto in piedi e per il quale nel giudizio di primo grado erano stati condannati Crotti a 8 mesi di reclusione, Balestreri e Chitto' a 6 mesi di reclusione (pena sospesa). Pena ridotta a 3 anni e 6 mesi di reclusione(in primo grado era stato condannato a 4 anni) per Francesco Russo, siciliano di Partinico, titolare della TRA.DE.L di Casalbuttano dove si s confezionavano i formaggi scaduti, pieni di muffe e escrementi di topi per essere poi lavorati alla Megal di Novara, di cui lo stesso Russo era titolare.Infine, confermata la condanna a 2 anni e 3 mesi di reclusione per Luciano Bosio, all'epoca direttore dello stabilimento di Casalbuttano. Soddisfatti gli avvocati dei veterinari: Isabella Cantalupo per Balestreri e Chittò, Marco De Bellis per Crotti.

04 Febbraio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000