il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

'Cavalli maltrattati' trasferiti in un altro allevamento

Sotto sequestro l'area in cui erano ospitati, gli equini verranno sistemati nell'allevamento Gaudenzi

'Cavalli maltrattati' trasferiti in un altro allevamento

Il trasferimento dei cavalli

CREMONA - Sono stati trasferiti i cavalli dell'allevamento del Boschetto posto sotto sequestro dalla polizia locale nella giornata di venerdì 30 gennaio. Gli equini, secondo l'ipotesi di reato venivano, venivano maltrattati. Gli animali sono stati spostati di poche decine di metri, visto che hanno trorvato sistemazione presso l'allevamento Gaudenzi - sempre al Boschetto - che ha dato la propria disponibilità.

 

Il blitz [LEGGI]. La polizia locale è entrata in azione venerdì 30 gennaio dopo la segnalazione del servizio veterinario della locale Asl, accompagnata da richiesta di verifica immediata: urgenza motivata dalla necessità di ‘liberare’ gli animali dalle condizioni di ‘palese sofferenza’ in cui si trovavano. Gli agenti si sono recati presso l'allevamento privato al Boschetto hanno eseguito il sopralluogo e, al termine di quell’approfondimento, informata la procura della Repubblica, posto sotto sequestro penale un’area di poco meno di mille metri quadrati. Qui, fra baracche a rischio crollo e fango, si trovavano alcuni cavalli, detenuti, secondo gli ispettori dell’Azienda sanitaria locale prima e stando anche agli accertamenti dei vigili poi, in modo assolutamente non conforme. Otto gli equini trovati al momento dell’operazione: sette denutriti e ricoverati in box di ferro e uno, un pony, che dentro una delle baracche era già morto, lasciato lì nonostante secondo le prime verifiche fosse già deceduto da almeno un giorno.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

31 Gennaio 2015

Commenti all'articolo

  • riccardo

    2015/02/01 - 12:12

    E' una vergogna! I proprietari si devono solo vergognare e basta. Sono originaria del Boschetto ed una cosa del genere non si era mai vista prima. Vergogna e ancora vergogna!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000