il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Prevista neve in pianura, Comune e AEM in allerta

Tra il 29 e il 30 gennaio precipitazioni nevose, secondo il bollettino meteo dell'Arpa, potrebbero interessare anche il nostro territorio

Prevista neve in pianura, Comune e AEM in allerta

Nevicata a Cremona

CREMONA - Il bollettino meteo di ARPA Lombardia prevede, tra il 29 e il 30 di gennaio, la discesa di aria fredda in quota, associata ad un'area depressionaria nordatlantica con nuvolosità estesa con deboli nevicate fino a quote di pianura. Nel corso del pomeriggio deboli sparse su Alpi e Prealpi, in serata tendenti a interessare i settori di fascia pedemontana e in parte anche di pianura occidentale. Il limite della neve, inizialmente attorno a 600 metri, nel corso del pomeriggio in graduale abbassamento, in tarda serata a quote di pianura. Lo zero termico è intorno agli 800 metri, in abbassamento nel corso del pomeriggio, per portarsi in serata fino a quote di pianura. Per questo motivo il Comune ed AEM sono già in allerta, pronti ad intervenire in caso di necessità.

 

Si ricorda che il servizio neve ed antighiaccio è affidato dal Comune di Cremona ad AEM fino al 15 aprile. In tale periodo, in base alle esigenze, vengono attivati servizi di spargimento sale antighiaccio, spartineve, pulizia manuale, sgombero neve. In particolare, per queste operazioni, sono a disposizione 7 spargisale grandi montati o trainati, 2 spargisale piccoli, 50 lame spartineve di varie dimensioni, 17 squadre manuali con piccole attrezzature, 8 mezzi per lo sgombero che possono essere incrementati in caso di necessità.

 

La funzione di coordinamento viene svolta, in collaborazione con il Comune, dai tecnici AEM che, sulla base delle previsioni, allertano i mezzi più appropriati per affrontare le varie situazioni, più o meno critiche sulla base di un piano operativo. In caso di nevicata, con le lame disponibili si riesce a coprire in primo intervento tutto il territorio comunale, tangenziale compresa; ad ogni lama è assegnato un giro preciso, con apposita planimetria, che, nel caso di una nevicata “normale” viene svolto in circa 3 ore.

 

Nel caso di nevicate eccezionali e prolungate, lo sgombero neve procede con tempi diversi. Gli interventi manuali vengono svolti sia nel centro storico, che in corrispondenza di uffici, enti, scuole, chiese, ospedali, ed anche nei quartieri.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

29 Gennaio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000