il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Concerto dei 99 Posse, musica e nessun incidente

Il cantante del gruppo Luca Persico detto 'o Zulu' giustifica il sabato di violenza: «Le mazze erano un’autodifesa del corteo. Ci vorrebbero più cortei antifascisti e autodifesi»

Concerto dei 99 Posse, musica e nessun incidente

Il concerto dei 99 Posse a Cremona

CREMONA - Nessun incidente e nessun problema di ordine pubblico, ma musica, divertimento e birra nella serata del concerto dei 99 Posse al Csa Dordoni e organizzato per raccogliere fondi a favore di Emilio Visigalli, il 50enne antagonista ferito domenica 18 gennaio durante gli scontri tra Dordoni e Casapound. Nella prima parte della serata - quella dedicata alla presentazione del libro 'Curre curre guagliò. Storia dei 99 Posse' - la situazione, nella zona dell'ex Foro Boario e di via Mantova, è rimasta del tutto tranquilla, con le forze dell'ordine nei pressi a presidiare la zona. Per l'evento, che aveva suscitato numerose polemiche erano stati mobilitati 200 agenti [LEGGI]. Tra le 20.30 e le 21.30 il numero delle persone presenti al centro sociale è iniziato ad aumentare. Le prime note hanno iniziato a risuonare una manciata di minuti prima delle 22.30, quando sotto il palco e fuori dal Dordoni c'erano tra le 400 e le 500 persone. Il cantante del gruppo Luca Persico detto 'o Zulu', al suo arrivo in città, ha giustificato la violenza del corteo di sabato 24 gennaio: «Le mazze erano un’autodifesa del corteo. Ci vorrebbero più cortei antifascisti e autodifesi»

 

LA DIRETTA DELLA GIORNATA

 

  • Ore 00.00 - Il concerto termina senza disordini, solo musica e divertimento.
  • Ore 23.00 - Uno dei figli di Emilio sale sul palco e ringrazia
  • Ore 22.35 - I 99 Posse cantano 'Curre curre guagliò' e la dedicano a Emilio
  • Ore 22.22 - E' iniziato il concerto [VIDEO], Csa Dordoni gremito. Il cantante: "Benvenuti al concerto del terrore"
  • Ore 22.16 - Tra le 400 e le 500 persone nel Csa Dordoni: pochi minuti all'inizio del concerto. La sede di Casapound è presidiata dalla polizia [VIDEO]
  • Ore 21.20 - All'interno del Csa Dordoni, in attesa del concerto, ci sono circa 250 persone in questo momento [VIDEO]
  • Ore 21.09 - E' in corso la presentazione del libro 'Curre curre guagliò. Storia dei 99 Posse' all'interno del Csa
  • Ore 20.30 - La situazione rimane tranquilla, nessun problema all'esterno del Csa Dordoni
  • Ore 19.52 - La situazione, davanti al Csa Dordoni e nelle zone circostanti, continua a rimanere tranquilla anche dopo l'arrivo del gruppo napoletano. Aumenta il numero delle persone presenti. Le forze dell'ordine restano in disparte, alcuni mezzi sono parcheggiati davanti al comando dei vigili in Piazza Libertà. [FOTO]
  • Ore 19.30 - Il manager, Rosario Dello Iacovo, l’autore del post ‘incriminato’ oltre che del libro (‘Curre curre guagliò. Storie dei 99 Posse’) afferma «Sì, d’accordo, era una frase forte, provocatoria, da cartellino giallo tendente al rosso, ma non il rosso del sangue ». Anche lui non c’era al corteo violento «ma, da quello che ho letto, mi aspettavo di trovare una Cremona messa a ferro e fuoco. Invece è la solita cittadina sonnolenta di sempre». [VIDEO]
  • Ore 19.27 - Sono arrivati i 99 Posse [VIDEO] Il gruppo arriva a bordo di un furgoncino. Scendono Marco Messina e Luca Persico, ‘o Zulù, il cantante. Prima di entrare nel vecchio capannone, commenta le polemiche. Parlando del corteo di sabato 24 gennaio osserva che «le mazze erano un’autodifesa del corteo. Ci vorrebbero più cortei antifascisti e autodifesi».
  • Ore 18.45 - La zona antistante il Centro Sociale Dordoni è ancora deserta e tutto appare tranquillo [FOTO]
  • Ore 17.30 - Mancano circa quattro ore al concerto dei 99 Posse e si è chiuso il sondaggio del nostro sito: l'87% delle persone che hanno votato hanno espresso parere negativo all'evento, il 13% l'avrebbe autorizzato. Al sondaggio hanno partecipato 2.000 persone
  • Ore 15.54 - Sono 886 le persone che hanno manifestato su Facebook l'intenzione a partecipare al concerto dei 99 Posse
  • Ore 15.30 - In via Geromini,dove si trova l'immobile vuoto della sede di Casapound, è aumentato il presidio delle forze dell'ordine, la strada chiuderà al traffico alle 17 [FOTO]
  • Ore 12 - BOLLETTINO MEDICO DI EMILIO VISIGALLI: "L’insieme dei dati clinici del paziente conferma una condizione stabilità dei parametri vitali con un progressivo contatto con l’ambiente e periodi di respirazione autonoma. La prognosi è riservata".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

30 Gennaio 2015

Commenti all'articolo

  • Stefano

    2015/01/30 - 14:02

    A quando ora un'altra esaltante ed indimenticabile esibizione live di o zulù & soci per raccogliere fondi non per il compagno Emilio ma per rimediare alla valanga di danni subiti da chi non ha mai avuto a che fare e mai vorrá avere a che fare con estremisti nè di destra nè di sinistra??e che non vuole pagare di tasca propria per la becera e stupida violenza di una massa di delinquenti...giustificati da quattro illuminanti amici dei centri sociali travestiti da musicisti(con scarsi risultati...impietosi addirittura in una cittá della musica come Cremona...)...la cittadinanza,nell'attesa del conto definitivo dei danni,aspetta paziente....

    Rispondi

  • Tino

    2015/01/30 - 12:12

    Oltre al precedente "più bastoni meno tastiere" e "le mazze erano un'autodifesa del corteo, ci vorrebbero più cortei antifascisti e autodifesi", l'intervista al cantante prosegue con "Noi non siamo per la violenza, siamo per il diritto alla difesa nei cortei, per l'autodifesa dalle violenze arbitrarie della polizia. "A Cremona non è stata sfasciata una città, sono state rotte due vetrine di banche". E in merito all'assalto alla Caserma della Polizia Municipale: "...nel momento in cui sei in corteo e dal Comando dei vigili ti caricano sparandoti in testa i lacrimogeni dal secondo piano è normale che la situazione possa sfuggire di mano. A Cremona l'obiettivo era assaltare la sede di Casa Pound! Complimenti, è chiaro a tutti che non c'è nessun inno alla violenza nelle loro parole, sono solo dei pacifici musicanti.

    Rispondi

  • mario

    2015/01/30 - 11:11

    Le mazze autodifesa del corteo? Questo è un pazzo, peccato che i manicomi siano stati chiusi.

    Rispondi

  • sergio

    2015/01/30 - 11:11

    no, dai: ma quanto avete raccolto al netto delle spese ?

    Rispondi

  • sergio

    2015/01/30 - 11:11

    500 x 10 euro= 5000 euro. bon. Tolte le spese di viaggio ne restano 4500: la fam. visigalli tira avanti un bel 6 mesi. poi altro concerto. Sulla frase di uno zulu non ci sono commenti. Ci si chiede dove siano i giudici

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000