il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


MAFIA DEL NORD

Cavedo arrestato in Venezuela con 13 chili di cocaina

Emergono nuovi particolari sull'ex poliziotto della polizia stradale di Cremona fermato in Sudamerica

Cavedo arrestato in Venezuela con 13 chili di cocaina

I carabinieri durante l'operazione 'Aemilia'

CREMONA - Emergono nuovi particolari sull'arresto di Maurizio Cavedo, ex poliziotto della polizia stradale di Cremona residente a Castelvetro, fermato in Venezuela.

Quando la polizia sudamericana lo ha fermato all'aeroporto  di Caracas aveva con sé 13 chili di cocaina nascosti tra gli abiti in due differenti valigie.

Gli inquirenti venezuelani lo hanno bloccato a colpo sicuro dopo aver ricevuto un'informazione dai carabinieri del Nucleo operativo di Fiorenzuola i quali sapevano grazie a intercettazioni che l'agente in pensione aveva prenotato un viaggio andata e ritorno Milano-Caracas via Madrid.

I riscontri in possesso degli investigatori fanno ritenere che fosse un viaggio di rifornimento per impossessarsi di stupefacenti da consegnare alla disponibilità dell'organizzazione e poi smerciarli sul territorio. Il valore stimato della droga supera ampiamente il milione di euro.

E' in fase di organizzazione il trasferimento di Cavedo dal Venezuela all'Italia.

Intanto, sempre coordinati dalle direzioni distrettuali antimafia, i carabinieri che hanno partecipato al blitz chiuso nella notte tra martedì 27 e mercoledì 28 gennaio con 163 arresti, stanno catalogando tutte le armi sequestrate: ci sarebbero pistole e fucili.

29 Gennaio 2015

Commenti all'articolo

  • GIORGIO

    2015/01/30 - 18:06

    „bene!! ottimo lavoro dei cc di fiorenzuola....eseguite dopo 4 anni di lavoro le ordinanze di custodia cautelare....e ripulita la bassa e zona dalla calaffare...ora vediamo se i lor signori investigatori si iniziano a dedicare a mesi di indagini sulle batterie di albanesi, rom, sinti , rumeni , dediti alle rapine e furti in ville ed appartamenti e locali e bar ed aziende....eseguendo altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere (quello che la gente chiama i "mandati di cattura" ...alla CSI MIAMI maniera )... con tale tipo di indagine oltre a recuperare le centinaia di auto e mezzi rubati saltera' fuori anche qualche altro traffico (gli albanesi di certo con droga ed armi)...beh!! per ora i complimenti.... ma che si inizi a perseguire i delitti che al cittadino interessano e toccano con mano : rapine e furti!!....piaga sociale per chi vuole vivere in serenita' a casa propria o chi vuole , gia' a fatica, portare avanti la propria attivita'...qualcuno l'ha capito o no???!!...

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000