il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


LINEA MANTOVA-CREMONA-MILANO

Treno soppresso, pendolari occupano i binari

Viaggiatori rimasti appiedati fermano un il convoglio proveniente da Cremona per potervi salire

Treno soppresso, pendolari occupano i binari

Pendolari alla stazione di Cremona

CREMONA - Pendolari esasperati per l'ennesima soppressione di un treno hanno bloccato i binari tra Casalpusterlengo e Codogno. La protesta, andata in scena per la cancellazione di un treno da Piacenza a Milano, ha provocato ripercussioni sulla Mantova Cremona Milano. Il treno 2648 (Mantova 6.10 - Milano Centrale 8:10), uno dei più affolati dai viaggiatori cremonesi e che già stava viaggiando con due carrozze fuori servizio (cinque secondo i pendolari), ha accumulato ritardo per oltre trenta minuti.

 

I pendolari del Piacenza-Milano hanno occupato i binari per fermare il treno da Cremona per potervi salire e raggiungere così il capoluogo lombardo. Il tragitto fino alla città della Madonnina è così proseguito con i viaggiatori stipati come sardine e al freddo. Opposte reazioni, come d'abitudine in questi casi, sui social network. Alcuni solidali con i pendolari di Casalpusterlengo, altri che li accusano di avere aggravato i problemi sulla tratta provocando ritardi e peggiorando le condizioni di viaggio sul 2648.

 

Nella mattinata di mercoledì 21 gennaio, inoltre, si sono registrati problemi anche sulla Cremona-Treviglio-Milano e sulla Cremona-Brescia. Nello specifico, per quanto riguarda la tratta che transita anche da Crema per raggiungere Milano, il 10462 (Cremona 6.54 - Treviglio 7.53) ha accumulato 18 minuti di ritardo, il 10461 (Treviglio 11.07 - Cremona 12.17) ha fatto segnare un deficit di 29 minuti a causa di un guasto ad un altro treno e, infine, il 10470 (Cremona 10.43 - Treviglio 11.53) ha viaggiato con 20 minuti di ritardo a causa di un incrocio con un altro treno. Per quanto riguarda la tratta verso Brescia, invece, i problemi sono derivati da un guasto ad un passaggio a livello di Verolanuova (Brescia): i convogli - ha comunicato Trenord attraverso Twitter - hanno accumulato ritardi fino a quasi 40 minuti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

21 Gennaio 2015

Commenti all'articolo

  • giuseppe

    2015/01/21 - 15:03

    Ma dov'è finito "ciccio" MALVEZZI il pendolare dei miei stivali, quello buono solo per battezzare (con foto ovviamente) i nuovi treni che guarda caso funzionano solo quel giorno e poi basta. E' UNA VERGOGNA CHE NESSUNA AUTORITA' (LEGGASI MAGISTRATURA) INTERVENGA PESANTEMENTE. Non è anche questo tipo di disservizio paragonabile all'interruzione di fatto di servizio pubblico? O vale solo quando scioperano i macchinisti? Dov'è il Sig. MINISTRO DEI TRASPORTI tale LUPI (oltretutto da Milano) o il MINISTRO DEGLI INTERNI tale ALFANO (occupato solo a rincorrere i Sindaci che trascrivono le unioni gay). VERGOGNA, VERGOGNA!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000