il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Dopo Charlie innalzamento generale in provincia delle misure di vigilanza

Riunione tecnica di coordinamento con le forze dell'ordine e i rappresentanti del Comune presieduta dal prefetto

Dopo Charlie innalzamento generale  in provincia delle misure di vigilanza

Piazza del Duomo a Cremona

CREMONA - In relazione ai fatti recentemente occorsi in Francia, si comunica che, conformemente alle direttive del ministero dell’Interno, nel pomeriggio di martedì 13 gennaio il prefetto di Cremona ha presieduto un’ulteriore, apposita riunione tecnica di Coordinamento con i vertici delle forze dell’ordine e con i rappresentanti dell’amministrazione civica, per esaminare i diversi profili connessi con l’attuale quadro politico internazionale, allo scopo di adottare in provincia di Cremona le misure e le forme di vigilanza che l’attuale situazione richiede.

Il consesso ha convenuto sull’opportunità di procedere ad un innalzamento generale delle misure di vigilanza già in atto. Il rappresentante del Comune di Cremona, dal canto suo, nel ringraziare per il coinvolgimento dello stesso nelle questioni in argomento, ha assicurato ogni utile forma di collaborazione.

16 Gennaio 2015

Commenti all'articolo

  • Fabio

    2015/01/15 - 08:08

    Lasciatemelo dire: si vuol far credere di avere sotto controllo una situazione di cui,realmente,nessuno ne conosce la gravità e i risvolti... Inquietante il ministro dell'interno che,dopo aver lasciato entrare cani e porci,con l'alibi dell'accoglienza,dichiara così."...Forse sono entrati anche personaggi infiltrati addestrati per attentare all'Europa".....Era meglio se stava zitto!... Grave,a mio parere,anche il fatto che,nella visita di Francesco a Lampedusa,si sia sovrapposto il potere religioso a quello di uno stato (forse) sovrano......E,ancora peggio,la Boldrini.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000