il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

'Istigazione all'odio', Magdi Cristiano Allam segnala l'imam di Cremona ad Alfano

Il sermone 'incriminato' sarebbe stato pronunciato nel centro islamico cittadino venerdì 5 dicembre: il video su Youtube

'Istigazione all'odio', Magdi Cristiano Allam segnala l'imam di Cremona ad Alfano

L'imam Nabil Abd Al-Aziz durante il sermone a Cremona

CREMONA - Magdi Cristiano Allam ha segnalato al ministro degli Interni, Angelino Alfano, l'imam del centro islamico di Cremona. Secondo Allam, Nabil Abd Al-Aziz, ha "istigato all'odio nei confronti dei cristiani copti". La segnalazione di Allam riguarda un video postato su Youtube [GUARDA]relativo ad un sermone del 5 dicembre.

 

"Chiedo al ministro dell'Interno Angelino ‪Alfano‬  - scrive Magdi Cristiano Allam su Facebook linkando il video di Youtube - di vedere questo video e di prendere tutti i provvedimenti necessari per sanzionare l'imam del Centro islamico di Cremona che ha istigato all'odio nei confronti dei cristiani copti, considerando che in Italia ci sono circa 30 mila cristiani copti che risiedono regolarmente, che sono ben inseriti e che vivono nel pieno rispetto delle nostre leggi. Ebbene questi cristiani hanno subito e continuano a subire delle violenze proprio qui in Italia. Nel video si vede l'imam Nabil Abd Al-Aziz, del Centro islamico di Cremona, in un sermone pronunciato venerdì 5 dicembre ha istigato all'odio nei confronti dei cristiani copti, che rappresentano circa il 15 per cento della popolazione d'Egitto. L'imam sostiene che la Chiesa copta ha vietato alle donne cristiane-copte l'uso di qualsiasi contraccettivo per fare più figli possibili e riportare l'Egitto alla sua identità cristiana precedente all'avvento dell'islam. A suo avviso i preti copti hanno l'obbligo di indossare soltanto le tuniche nere in segno di lutto fintantoché non si saranno liberati dall'islam. A parte il legittimo diritto dei cristiani copti di salvaguardare la propria presenza in un contesto in cui sono discriminati, vessati, perseguitati e oggetto di violenze ininterrotte da parte degli estremisti e terroristi islamici, non è accettabile che in Italia ci siano dei sedicenti religiosi islamici che istigano all'odio nei confronti dei cristiani copti e che i cristiani copti subiscano delle violenze nel nostro Paese dopo essere stati costretti a fuggire dall'Egitto per salvaguardare il diritto alla vita e alla libertà di culto. È ora di dire basta ai predicatori d'odio, violenza e morte! Basta buonismo e islamicamente corretto! Basta!".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

15 Dicembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000