il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA MANTOVANA

Cadavere nel sacco, fermato il nipote

All'origine del delitto un'eredità contesa

Cadavere nel sacco, fermato il nipote

Il recupero del corpo di Fausto Bottura

BASSA MANTOVANA - Per la morte di Fausto Bottura, il 48enne il cui cadavere è stato trovato lunedì 8 dicembre in un sacco lungo la sponda del Po, nel Mantovano, è stato fermato il nipote di 19 anni con l'accusa di omicidio. Il giovane avrebbe fatto qualche ammissione, ma di questo non c'è conferma, anche perché gli investigatori mantengono stretto riserbo sulla vicenda.

 

Da indiscrezioni, tuttavia, sembra che il delitto sia maturato in ambito familiare per motivi legati a una eredità contesa, probabilmente la casa dove viveva la vittima insieme alla sorella.

 

Nessun legame, quindi, con l'omicidio di Giorgio Gobbi.

 

Leggi di più su La Provincia di mercoledì 10 dicembre

09 Dicembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000