il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Nasconde la merce nelle giacche, denunciata coppia con passeggino

Tentato furto aggravato ai danni dell'Esselunga, fermati due cittadini marocchini

Nasconde la merce nelle giacche, denunciata coppia con passeggino

Poliziotti in una foto d'archivio

CREMONA - Nel pomeriggio di domenica 7 dicembre, la pattuglia della squadra volante è stata inviata in via Ghisleri presso il supermercato “Esselunga”, in quanto personale della vigilanza aveva fermato due individui, autori di un furto di merce all’interno dell’esercizio commerciale.

 

Verso le ore 17.30, l’addetto alla vigilanza aveva notato una coppia che si aggirava nel reparto di profumeria. La coppia, che aveva un minore nel passeggino al seguito, aveva occultato alcuni articoli del reparto di bellezza nelle giacche. L’addetto alla vigilanza ha deciso di seguirli sino alle casse di pagamento e qui ha notato che la coppia pagava solamente alcuni generi alimentari per un valore complessivo inferiore ai 10 euro.

 

Dopo aver oltrepassato la cassa, mentre si dirigevano verso l’uscita, l’addetto alla vigilanza ha fermato gli autori del reato e chiesto loro di seguirli per un controllo. Gli stessi si sono mostrati molto collaborativi e una volta giunti sul retro, spontaneamente dall’interno dei giacconi hanno estratto alcuni articoli di cosmesi per un valore di circa 265 euro.

 

L’equipaggio della Squadra Volante giunto all’esercizio commerciale ha identificato i due cittadini marocchini rispettivamente di anni 28 e 20, denunciati in stato di libertà per furto aggravato in concorso.

08 Dicembre 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/12/09 - 07:07

    Solo denunce virtuali mai pene vere, chi commette un reato più o meno grave e non è cittadino italiano deve essere rispedito al suo paese, questa sarebbe una giusta pena.

    Rispondi

  • alessandro

    2014/12/08 - 22:10

    oh, finalmente!!!!! era ora! me lo dicevo che dovevano esistere due ladri extracomunitari che, una volta colti con le dita nella marmellata (e che marmellata, azzo....oltre 260 euro di merce arraffata e occultata, a fronte di ben quasi 10 euro di spesa), anzichè porre resistenza, magari con urla, magari con spintoni, insomma una scenata per non dire un gran casino, non solo non si perdono d'animo, non si fanno intimorire, insomma, non se la fanno in mano, anzi diventano "collaborativi"!!!! splendido leggere poi che, ovviamente, non pagheranno un euro per la loro vaccata. Anzi, hanno avuto tutto da guadagnare, perchè avranno cosí insegnato al "minore nella carrozzina", che non è ancora un minorato come loro, come non deve essere fatto un furto. ma collaborativi de che? collaborativi a rendere ridicolo questo paese che non li rigetta a mare a calci nel ... forse

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000