il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


MALTEMPO

Il Po continua a gonfiarsi, giovedì il colmo di piena

Le canottieri messe in preallarme, anche se l'acqua dovrebbe arrivare a lambire gli ingressi senza invadere gli spazi interni. Salgono anche Adda e Oglio

Il Po continua a gonfiarsi, giovedì il colmo di piena

Il fiume Po continua a crescere

CREMONA - Continua a piovere nel Nord Italia, Cremona non fa eccezione e il fiume Po continua a gonfiarsi. Alla mezzanotte di mercoledì 12 novembre lo zero idrometrico era già stato sorpassato di 106 centimetri e il livello è continuato a salire fino fino a superare i 150 centimetri nel corso del pomeriggio e della serata. Il colmo di piena - è quanto emerso dal vertice convocato in prefettura - è previsto tra la sera di giovedì 13 e il mattino di venerdì 14 novembre. Le canottieri sono state messe in preallerta, anche se si prevede che l'acqua dovrebbe arrivare a lambire gli ingressi senza invadere gli spazi delle società sportive.

 

E intanto, il rischio è legato anche alla situazione degli affluenti: «Sono tutti interessati da significativi incrementi dei livelli - registra Aipo - e per questo sono sorvegliati dal nostro personale del servizio di piena centrale e degli uffici sul territorio, che proseguono nella vigilanza sulle strutture di difesa idraulica. Le attività sono svolte in stretto coordinamento con tutti gli enti che fanno parte dei sistemi regionali e locali di protezione civile».

 

Le previsioni meteo parlano di una tregua, nella giornata di giovedì 13 novembre, del maltempo. Ma l'allerta tornerà d'attualità nel fine settimana con l'arrivo di nuove precipitazioni.

 

GLI ALTRI FIUMI DEL TERRITORIO

  • OGLIO - Fa impressione l'Oglio nel territorio di Soncino, ma non ancora paura. Il livello del fiume è al di sotto della soglia d'allerta e la situazione è sotto controllo. Attualmente l'acqua ha invaso la zona del parco della Pedrera, cosa che avviene ad ogni piena autunnale. A Gabbioneta Binanuova, il livello è iniziato a scendere, ma è scattata una nuova emergenza. Si è infatti parzialmente bloccato il funzionamento del nuovo fitodepuratore e la rete fognaria ha rischiato di andare in tilt. Il gruppo di protezione civile del paese, assieme a quello di Ostiano e Volongo, ha scongiurato il pericolo.
  • ADDA - Il fiume è uscito dall'alveo a Formigara, invadendo la zona golenale e a Castelnuovo Bocca d'Adda dove un intero canile è stato evacuato d'urgenza con gli animali trasferiti in un campo sportivo.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

12 Novembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000