il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Ruba vestiti in tre negozi, arrestato dopo un inseguimento

I carabinieri hanno tallonato l'auto del fuggitivo da via Mantova a via Castelleone fino a costringerlo a fermarsi

Ruba vestiti in tre negozi, arrestato dopo un inseguimento

CREMONA - Tre furti in rapida successione in altrettanti negozi situati nel centro commerciale di Gadesco, poi la fuga ad alta velocità lungo via Mantova e la tangenziale con i carabinieri alle costole e infine l'arresto. Protagonista dell'episodio è P.C.R., 36enne di origine romena, con alle spalle una lunga serie di arresti e reati di varia natura.

Succede tutto nel primo pomeriggio di sabato 8 novembre. L'uomo, a bordo di una Mercedes Classe A, arriva a Gadesco e qui, attraverso l'uso di una borsa schermata per eludere i sistemi anti taccheggio, porta via vari articoli di abbigliamento da 'Sorelle Ramonda', 'Scarpe & Scarpe' e 'Norauto'. Bottino superiore a mille euro. Gli addetti della videosorveglianza riescono a vedere l'uomo in azione, è troppo tardi per bloccarlo, ma non per individuare il modello dell'auto che viene prontamente segnalato.

 

Una pattuglia dei carabinieri che stava percorrendo la via Mantova in direzione Gadesco, in effetti, si imbatte nella Mercedes che viaggia a forte velocità verso Cremona. Rapida inversione di marcia e i militari si lanciano all'inseguimento. Il fuggitivo cerca di seminare gli inseguitori approfittando del traffico presente sulla tangenziale, ma i carabinieri non mollano la presa e lo straniero, ormai braccato, giunto in via Castelleone non può fare altro che fermarsi.

 

Il romeno viene ammanettato e tratto in arresto per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Nell'auto, i militari recuperano la refurtiva e la rendono ai legittimi proprietari. In seguito ad opportuni accertamenti si riesce a ricostruire il 'curriculum criminale' dell'uomo, costellato di arresti per vari reati tra i quali un furto alle 'Sorelle Ramonda' di Gallarate (Varese), perpetrato con modalità analoghe a quelle impiegate a Gadesco. L’uomo, trattenuto in caserma, è in attesa del processo previsto per lunedì mattina con rito direttissimo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

08 Novembre 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/11/09 - 10:10

    O ma sono sempre loro, Romeni romeni romeni rumeni rompib...e, a casa loro subito e se vanno avanti così fuori dall'Europa.

    Rispondi

  • mario

    2014/11/08 - 18:06

    Diamogli i domiciliari e tante scuse. Rimandarlo a casa no?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000