il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


ORZINUOVI

Anziana arsa viva, indagata la nuora

La 71enne albanese morta bruciata sul balcone. Pesanti imputazioni ipotizzate nel decreto di chiusura dell’inchiesta

Anziana arsa viva, indagata la nuora

I vigili del fuoco intervenuti presso la palazzina di Orzinuovi

ORZINUOVI - Un’ombra inquietante dietro la tragica fine della 71enne albanese morta il primo novembre 2013 a Orzinuovi, arsa viva sul balcone di casa nella nuova zona residenziale parallela a via Milano: si trattò di omicidio volontario o di agevolazione al suicidio? Sono queste le due imputazioni ipotizzate nel decreto di chiusura indagini da parte della procura di Brescia a carico della 31enne nuora di Nurije Prezja. Ora, l’indagata avrà 20 giorni di tempo per convincere il magistrato circa la sua innocenza. Potrà chiedere di essere di nuovo interrogata oppure provvedere a depositare una memoria difensiva.

Tra nuora e suocera non c’erano buoni rapporti. Spesso — hanno raccontato alcuni vicini dopo la tragedia — le due donne erano protagoniste di vivaci litigi. Così, pare, anche quel tragico giorno. La nuora, nel primo interrogatorio, disse di aver spinto la suocera sul balconcino della palazzina quando la 71enne aveva già manifestato l’intenzione di farla finita. Teneva in mano una bottiglia di alcol e un accendino. E che, per difendere le sue 2 figlie di 5 e 8 anni, l’avrebbe chiusa a chiave sul balcone. Per questo la 31enne venne iscritta nel registro degli indagati con l’ipotesi di agevolazione al suicidio. L’anziana donna venne trovata carbonizzata dai primi soccorritori, dai vigili del fuoco e dai carabinieri accorsi sul posto dopo l’allarme lanciato dai vicini.

Punto chiave dell’inchiesta, i sopralluoghi effettuati dal sostituto procuratore Ambrogio Cassiani poco dopo la tragedia, dai quali sono emersi nuovi scenari. Indagini che avrebbero portato — anche col contributo dei Ris di Parma — ad un’accusa più grave nei confronti dell’indagata e cioè di aver giocato un ruolo fondamentale nella morte della suocera. Il dubbio è ancora quello iniziale: chi è stato ad azionare la fiamma dell’accendino?

14 Ottobre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000