il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASTELLEONE

Cagnolino ucciso da due pitbull

Il meticcio era al guinzaglio del padrone. Denunciata la proprietaria degli aggressori

Cagnolino ucciso da due pitbull

Un pitbull in una foto d'archivio

CASTELLEONE — Due pitbull, liberi dal guinzaglio, attaccano e uccidono un cagnolino di piccola taglia a spasso col suo proprietario, un ragazzino residente nel borgo. Un’aggressione fulminea e inesorabile per la quale la padrona dei pitbull ha collezionato tre, diverse, denunce. Succede tutto in un attimo: i tre esemplari si incrociano lungo la stessa strada, e in pochi istanti si scatena l’inferno: il meticcio, portato in giro con tanto di collare e regolare catena, viene puntato e azzannato.

Il suo padrone prova a sottrarlo alla furia degli altri due cani ma non ci riesce, e nella concitazione si spaventa e cade. I pitbull, nel frattempo, non si fermano. Infieriscono sulla povera vittima, che morirà poco dopo per le gravi lesioni riportate. La scena, agghiacciante, si è consumata qualche giorno fa in pieno centro abitato, e adesso la proprietaria dei due cani che hanno sferrato l’attacco, una 34enne del paese, si ritrova nei guai: i carabinieri di Castelleone l’hanno denunciata per uccisione e per omessa custodia di animali.

Non solo, davanti alla Procura di Cremona dovrà rispondere anche di lesioni personali, perché il giovane padrone del meticcio, cadendo a terra, ha riportato una ferita, lieve, a un braccio. Non è chiaro cosa abbia scatenato l’aggressione. Ciò che invece i militari hanno accertato è che gli animali sono sfuggiti al controllo della donna, che avrebbe dovuto portarli a spasso con le protezioni prescritte dalla legge.

Precauzioni che invece il proprietario del cagnolino aveva adottato, ma che non sono servite a salvare la vita del suo compagno di passeggiate. Le indagini hanno invece escluso che i pitbull abbiano tentato di attaccare il ragazzino, che è ‘soltanto’ scivolato: la loro unica preda è stato l’altro cane, che non ha avuto modo di difendersi. Troppa la differenza di peso, e soprattutto diversa l’attitudine.

08 Ottobre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000