il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

La sedicenne Aurora operata negli Usa

Intervento in California grazie alla Giorgio Conti e alla generosità dei cremonesi

La sedicenne Aurora operata negli Usa

Il chirurgo George Picetti

CREMONA - L’intervento è stato pesante ed è durato 8 ore. Ma tutto è andato bene. Aurora, la ragazza di 16 anni, ha subito l’operazione chirurgica a Sacramento, California, presso il Sutter Medical Health Center Foundation. Un intervento reso possibile grazie all’intervento economico, fondamentale, dell’associazione Giorgio Contiche ha supportato la famiglia e ha finanziato le spese dell’operazione e della trasferta. L’operazione è stata effettuata da George Picetti per risolvere, con una tecnica praticata solo nell’ospedale statunitense, i problemi causati alla ragazza dalla scoliosi idiopatica, subentrata qualche anno dopo la nascita.

«E’ stato un intervento difficile e complicato — ha detto il chirurgo ai genitori di Aurora — il caso era molto complesso, ma tutto è andato bene». La ragazza in questo momento è alle prese con il decorso post operatorio: il dolore è tenuto sotto controllo attraverso morfina e valium. Il risultato comunque si può sintetizzare così: Aurora adesso può stare in posizione eretta e, dopo l’intervento, la sua altezza è cresciuta di almeno 10 centimetri. 

«Sono state giornate pesanti — commenta dagli States il papà Ivan Cazzulani, insieme alla mamma Pierina — Adesso, grazie all’aiuto dell’associazione Conti, viviamo una dimensione del tutto nuova».

Servivano 115mila dollari, alla famiglia della 16enne di Casirate d’Adda — provincia di Bergamo, diocesi di Cremona —, per sostenere le spese previste dal modello sanitario americano. Papà Ivan e mamma Pierina li hanno raccolti grazie alle donazioni di enti, aziende, Avis e privati che si sono mobilitati dopo la lettera appello pubblicata il 25 giugno scorso sul quotidiano La Provincia. Decisivo l’intervento ancora una volta fondamentale dell’associazione Giorgio Conti, in prima linea da subito, con la presidente Adriana Conti Rinaldi, che guida l’associazione (insieme al marito, l’ingegner Carlo Conti, e a Viso Visigalli, da sempre punto di riferimento insostituibile dell’associazione).

«E’ una grande soddisfazione sapere che tutto è andato bene — dice Adriana Conti — Il nostro impegno insieme alla generosità di tanti cremonesi ci ha consentito di aiutare Aurora e la sua famiglia. Da tanti anni l’associazione aiuta le famiglie bisognose di bambini colpiti da gravi malattia. Abbiamo conosciuto Aurora e la aspettiamo al suo ritorno per abbracciarla». Un pensiero all’associazione Giorgio Conti arriva anche dai genitori di Aurora: «Non ci sono parole sufficienti per ringraziare l’associazione, per tutto quello che ha fatto per Aurora e per noi. Siamo in costante contatto con la signora Adriana e l’associazione: a tutti va il nostro immenso grazie, anche a nome di Aurora».

21 Settembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000