il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SONCINO

Nonni vigili davanti a scuola, nessuno risponde all’appello

Il bando del Comune va deserto. L’assessore Gallina: vedremo se ritentare

Nonni vigili davanti a scuola, nessuno risponde all’appello

SONCINO — Per ora, niente ‘nonni vigili’. L’anno scolastico parte senza i caratteristici, e preziosi, assistenti civici. All’appello lanciato dal Comune una decina di giorni fa, non ha risposto nessuno. Così, ad assicurare che l’entrata e l’uscita degli studenti dalle scuole avvenga in tutta sicurezza, provvederà la polizia locale. Un peccato, perché se si fosse riuscito a coinvolgere almeno un paio di volontari, gli agenti avrebbero impiegato le ore risparmiate in altri servizi a favore della comunità.
Le zero adesioni sono un risultato deludente e del tutto inaspettato. Eppure in Comune nessuno intende accantonare definitivamente il progetto. Quantomeno non ancora: «Al momento — spiega il vicesindaco Gabriele Gallina — non sappiamo se tentare con un nuovo bando. Ne parleremo alla prima riunione di giunta, durante la quale decideremo come muoverci».
Partito nel 2011 con tre volontari, a Soncino il servizio è andato in calando e verso la fine dell’estate la giunta si è vista costretta a ripartire da zero. Con un bando pubblicato sul sito del Comune e un annuncio diffuso a mezzo stampa, gli amministratori avevano provato a rilanciare l’idea, cercando di ‘reclutare’ nuove leve di ambo i sessi, con un’età compresa tra i 50 e i 72 anni in possesso di pochi, ma basilari, requisiti: risiedere a Soncino, non aver subito condanne, essere in possesso di idoneità psico-fisica specifica, e, naturalmente, essere in pensione.
Una volta ‘ingaggiati’, il loro compito sarebbe stato quello di sorvegliare l’entrata e l’uscita dei bambini dalle scuole, controllare il territorio circostante agli istituti e, grazie alla loro esperienza, prevenire eventuali problemi, moderando il comportamento degli automobilisti più indisciplinati.
Anche se il bando scadeva il 10 settembre e quindi tecnicamente ora è chiuso, chiunque in questi giorni si facesse avanti per diventare ‘nonno vigile’ sarebbe ben accetto. Prima di essere arruolati, nuovi eventuali assistenti civici dovranno partecipare a un breve periodo di formazione e addestramento sotto la guida della polizia locale di Soncino. Dopodiché, una volta assicurati contro gli infortuni e per la responsabilità civile verso terzi, con spese a carico del Comune, potranno prendere servizio.

12 Settembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000