il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


VESCOVATO

Alberi malati e pericolosi, intervento per la sicurezza

Si tratta dei tigli in via Ghinaglia, decisiva un’intuizione dell’assessore Carubelli

Alberi malati e pericolosi, intervento per la sicurezza

La messa in sicurezza dei tigli

VESCOVATO — Due grossi tigli malati e pericolosi messi in sicurezza grazie all’intuizione di un assessore. L’intervento di potatura è scattato venerdì 22 agosto in mattinata in via Ghinaglia e prossimamente i due alberi verranno abbattuti e sostituiti. L’operazione è stata messa a punto con la massima urgenza perché le piante rappresentavano un pericolo per le auto di passaggio e per gli avventori della festa danzante cominciata proprio giovedì 21 lungo il viale alberato.

Merito dell’assessore Paolo Carubelli, che nei giorni scorsi ha notato delle cavità sospette nel tronco di uno dei due alberi e ha deciso di approfondire. In seguito alla sua intuizione, dunque, è stato incaricato un agronomo che ha confermato la necessità di mettere in sicurezza e abbattere i tigli. Così venerdì le due piante sono state potate in modo consistente, per evitare che il vento potesse provocarne la caduta. Mentre nelle prossime settimane, come si diceva, scatterà l’abbattimento e a seguire la sostituzione. 

«I tronchi all’interno sono praticamente vuoti — spiega Carubelli — quindi dovremo abbattere le piante, come evidenziato nella perizia dell’agronomo. Per il momento, comunque, la potatura è sufficiente per garantire la massima sicurezza durante la festa organizzata dalla Cremona Soccorso». Il sindaco Maria Grazia Bonfante e la sua vice Chiara Feraboli annunciano anche un'imminente analisi sullo stato di tutti gli alberi presenti in paese: «I due tigli — spiega il primo cittadino — erano già stati classificati tra le piante da abbattere in una perizia del 2009. La nuova analisi promossa dalla nostra giunta non ha lasciato dubbi sulla situazione critica delle due piante, quindi abbiamo deciso di intervenire tempestivamente, per ora con la potatura e poi con l’abbattimento e la sostituzione. A breve metteremo a punto anche un censimento di tutti gli alberi, per capire le loro condizioni e se sarà necessario abbatterne altri oltre a quelli di via Ghinaglia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

22 Agosto 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000