il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


TRAGEDIA DI VEROLANUOVA

Bogdan, passione per il calcio e lo scooter

Il 19enne era in cerca di un lavoro dopo aver frequentato la scuola edile

Bogdan, passione per il calcio e lo scooter

Bogdan Vasilache

CORTE DE’ CORTESI — Sempre sorridente, con la passione per il calcio e per gli scooter. Era un ragazzo normale, come tanti, Bogdan Vasilache, il romeno di diciannove anni che mercoledì 20 agosto, poco dopo le 19, ha perso la vita nel violento schianto frontale avvenuto a Verolanuova, lungo la via Brescia. Il ragazzo, nato a Focsani, in Romania, era in Italia da circa dieci anni. Dapprima ha vissuto con la famiglia e si è creato la cerchia di amici a Quinzano d’Oglio (Brescia), per poi trasferirsi, quattro anni fa, a Corte de’ Cortesi, comune situato a circa sei chilometri di distanza dal paese bresciano.

Residente in via Roma con la madre e con il convivente della donna, il diciannovenne era figlio unico, anche se era molto legato a Stefano e Davide, figli dell’attuale compagno della madre. Dopo aver frequentato per due anni la scuola edile, Bogdan era ora alla ricerca di un lavoro. Amava trascorrere le ore libere in compagnia della fidanzata, Esmeralda, residente a Pontevico (Brescia).

Persona solare e socievole, aveva la passione per i motori e si dilettava nel gioco del calcio, che praticava con gli amici. «Sono appena rientrato dalle vacanze e solo in mattinata sono venuto a conoscenza dell’accaduto. Oltre che coinvolgere parenti e amici tutti — spiega il sindaco di Corte de’ Cortesi, Luigi Rottoli — è senza dubbio una tragedia che ha sconvolto l’intera comunità. Conosco la famiglia e la madre, che risiede da noi da circa quattro anni e convive con un nostro cittadino, mentre il ragazzo viveva qui, anche se di solito frequentava maggiormente il vicino paese di Quinzano. Siamo addolorati, io personalmente l’ho visto solamente in occasione del rilascio della carta d’identità e — conclude il sindaco — purtroppo ancora oggi, dopo tante tragedie della strada, non si riesce a trovare un modo per evitare queste disgrazie».

Per quanto concerne la data e l’ora dei funerali, nella giornata di giovedì 21 nessuna comunicazione era ancora pervenuta al parroco di Corte de’ Cortesi, don Giovanni Tonani, mentre il dolore e il ricordo rimangono vivi anche sui social network, dove la cugina ha ricordato Bogdan con parole d’affetto tramite un post su Facebook. E’ stato proprio sui social network che marcoledì notte si è diffusa la notizia della morte del 19enne romeno. Tanti non riuscivano a credere a quanto accaduto. A questa esistenza spezzata in pochi, terribili secondi. Al fatto di non trovarsi mai più davanti al sorriso di questo ragazzo che amava la vita.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

22 Agosto 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000