il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


TRAGEDIA A VEROLANUOVA

E' morta anche la piccola Greta

Nell'incidente di Verolanuova (Brescia) avevano perso la vita Matteo Facchinelli (11 anni fratello di Greta) e Bogdan Vasilache (19 anni di Corte de' Cortesi)

E' morta anche la piccola Greta

L'incidente mortale di Verolanuova (foto: Pier Putelli)

CREMONA - La piccola Greta (5 anni) non ce l'ha fatta. La sorellina di Matteo Facchinelli - il bimbo di 11 anni che mercoledì 20 agosto ha perso la vita in un incidente stradale mentre viaggiava con il padre e il fratello su un'auto che si è scontrata frontalmente con un'altra vettura - è morta nella mattinata di giovedì 21 all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Nell'incidente era deceduto anche Bogdan Vasilache, 19 anni, romeno di Corte de' Cortesi, che guidava la Golf entrata in collisione con l'Audi station wagon della famiglia cremonese.

Matteo e Bogdan sono morti subito dopo l'impatto, tremendo, avvenuto lungo la ex Statale 45 (la via Brescia), all'altezza del deposito della Chicco, in territorio di Verolanuova (Brescia).

I soccorritori, intervenuti in forze sul luogo dell'incidente, avevano lavorato a lungo per estrarre i corpi dalle autovetture. Non avevano potuto fare nulla per il piccolo Matteo e per il 19enne, ma erano riusciti a mantenere in vita Greta. La bambina era stata portata all'ospedale di Manerbio (Brescia) e da qui trasferita al nosocomio di Bergamo dove era stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico al cuore a causa della rottura della aorta.

Il cuore di Greta, però, ha cessato di battere intorno alle 13.30, gettando ulteriore sconforto e disperazione sulla famiglia Facchinelli.

Al momento del maledetto incidente, alla guida dell'Audi, c'era proprio il papà dei fratellini, Dorino Roberto Facchinelli, bancario. Il 44enne, rimasto ferito in modo non grave nello schianto, stava tornando a Cremona con i figli - a casa li aspetta va la mamma, Laura Aletti, originaria di Castelverde - dopo esserli andati a prendere dai nonni a Bassano Bresciano. Una famiglia spezzata e già provata da un lutto recente. Laura, mamma di Matteo (che aveva frequentato la scuola elementare Capra Plasio e a settembre avrebbe iniziato le medie alla Beata Vergine) e Greta, aveva da poco perso la madre (la nonna dei fratelli).

Allo stesso modo è scossa dal dolore la famiglia di Bogdan Vasilache. Alcuni organi di informazione, nelle ore immediatamente successive all'incidente, avevano diffuso la notizia che il 19enne fosse alla guida di un'auto rubata. La Volkswagen Golf, invece, era intestata al compagno della madre di Bogdan, un 50enne del paese.

Leggi di più su La Provincia di venerdì 22 agosto 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

22 Agosto 2014

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2014/08/21 - 21:09

    A tutti i buoni, colti,benpensanti e senza pregiudizi, che invece amano ancora guazzare contenti e ad occhi aperti nel putrido sfacelo che questo paese allo sbando ormai imbarca da tutti i settori : basta farsi un giro, ad esempio, sul sito internet tuttiicriminidegliimmigrati.com per vedere da che parte pende la statistica...vi auguro solo di non provare mai sulla vostra pelle qualcuna di queste quotidiane, amene notiziole che vi si possono leggere!!! Comunque ora non è il caso di abbassarsi al livello dei vostri proclama!!! Solo pace e riposo eterno per questi due piccoli angeli e forza dal cuore per i loro straziati genitori.

    Rispondi

  • koglione

    2014/08/21 - 20:08

    ma è comunque ora di introdurre la pena di omicidio volontario, poi assicurarsi che il conducente, rumeno o italiano, non avesse bevuto od assunto droghe. passo successivo inquisire chi ha affidato la macchina ad un eventuale ubriaco o tossico, poi rovinargli la vita per sempre, come lui ha rovinato quella di una famiglia, non parlo di questo caso, parlo in generale.

    Rispondi

  • alessandra

    2014/08/21 - 14:02

    Ma la testa di chi commenta in modo razzista funzionerà autonomamente? Ma in che mondo vivono ?!? Ma quando si toglieranno le fette di salame sugli occhi? Per fortuna alla guida non c'era una donna...mi sarei aspettata un "donna al volante pericolo costante".

    Rispondi

  • gianfranco

    2014/08/21 - 13:01

    non sò con quali fondamenta e certezze si facciano certe affermazioni ma gli incidenti vengono provocati da tutti, stranieri e non, e tante volte scappano pure e se vediamo le percentuali forse sono più i nostri che se la danno a gambe levate. gli stranieri sono un problema, ma sono anche il modo facile per scaricare facili pregiudizi, e poca razionalità. peccato per le due vite , la morte non è razzista, e non guarda in faccia nessuno mai, a volte basterebbe ricordarlo un po' di più.

    Rispondi

  • gianfranco

    2014/08/21 - 13:01

    non sò con quali fondamenta e certezze si facciano certe affermazioni ma gli incidenti vengono provocati da tutti, stranieri e non, e tante volte scappano pure e se vediamo le percentuali forse sono più i nostri che se la danno a gambe levate. gli stranieri sono un problema, ma sono anche il modo facile per scaricare facili pregiudizi, e poca razionalità. peccato per le due vite , la morte non è razzista, e non guarda in faccia nessuno mai, a volte basterebbe ricordarlo un po' di più.

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000