il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

I funerali di Fabio e Caterina

Una folla commossa per l'estremo saluto ai coniugi deceduti in un incidente stadale

I funerali di Fabio e Caterina

L'ingresso in chiesa dei feretri

CREMONA - La palestra di San Felice colma di gente, lunedì 11 agosto per l'ultimo saluto a Fabio Bergamaschi e caterina ferrari, i coniugi entrambi infermieri all’ospedale Maggiore, morti giovedì scorso nel pauroso incidente lungo la via Mantova. Ai figli Martina e Tommaso, ai genitori, ai fratelli e ai familiari arriva l’abbraccio della folla che con largo anticipo ha raggiunto e riempito la palestra. Ad attendere i feretri, nel cortile, c’è don Claudio Rossi, parroco di San Felice. Accanto a lui, don Natalino Tibaldini, che ha guidato la parrocchia prima di don Claudio, e poi don Antonio Trabucchi, collaboratore parrocchiale della cattedrale, don Giuseppe Salomoni (presidente della Associazione La Zolla, nella vicina San Savino), e don Giuseppe Leoni, parroco dell’ospedale. «A volte si parla di coincidenze. In questo caso c’è una coincidenza particolare. Oggi è santa Chiara, discepola di Francesco come Katia e Fabio», ha detto don Claudio. Tra le mani, il sacerdote ha il libro Un mendicante racconta Francesco d’Assisi. Lo ha scritto Fabio. «In questi giorni — prosegue don Claudio —, di fronte a questa tragicità, le persone pronte per l’abbandono dicevano: perché non a noi? Allora, aprendo il libro che Fabio ha ascritto e che rimane il suo testamento spirituale, si entra in questo testo di grande profondità. E’ donando che si riceve e Fabio e Katia l’avevano capito».

11 Agosto 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000