il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Migliaro, degrado e proteste

Buche, erbacce ma anche manufatti in cemento rovinati e pericolosi

Migliaro, degrado e proteste

Muri sporchi e ricoperti di scritte davanti alla chiesa

CREMONA - Si moltiplicano le segnalazioni e le proteste, in molte zone del Migliaro, per le condizioni di degrado, per la sporcizia e anche per la scarsa manutenzione di molti arredi urbani, in alcuni casi a dir poco fatiscenti, spesso pericolosi, anche perchè sono accessibili anche a dei bambini. Dopo la prima raffica di proteste avvenuta all’inizio dell’estate, nei giorni scorsi parecchi residenti sono tornati a farsi vivi per chiedere una maggior cura delle parti comuni e anche una più puntuale presenza da parte degli agenti della polizia locale, anche a fronte di comportamenti decisamente sopra le righe che avvengono tanto nel primo pomeriggio quanto a tarda notte ad opera quasi sempre di ragazzi che dimostrano di avere davvero poco rispetto del riposo delle persone.
Tra le varie zone della frazione in cui si segnalano condizioni problematiche c’è anche l’area circostante la chiesa che si trova lungo via Bergamo. In alcuni tratti la sporcizia è evidente e recente. In altri si tratta di cose di vecchia data. L’effetto complessivo non è certo confortante. Da tempo il comitato di quartiere raccoglie le segnalazioni e si dà da fare per ottenete un interv ento da parte dell’amministrazione. In alcuni casi sono stati gli stessi vigili di quartiere a informare gli uffici di quel che non va. A questo punto i residenti si attendono una risposta solerte e in grado di sanare almeno le situazioni in cui è stato individuato un pericolo. 
Lo stesso comitato di quartiere ha anche lamentato l’elevato numero di furti messi a segno soprattutto nelle villette e non pochi problemi legati alla viabilità, che riguardano soprattutto via Boschetto, dove il transito in bicicletta resta problematico. Sempre in via Boschetto, nei pressi della tangenziale, bisogna anche fare i conti con un isola ecologica che spesso sembra una discarica. Tanti, troppi automobilisti in transitano accostano e lasciano rifiuti di ogni genere, inclusi pezzi di vetro e scarto di lavorazioni edili. Un brutto spettacolo.

31 Luglio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000